Carrello
0,00€

Per richiedere il Mineralogramma online

A: taglia una piccola ciocca dei capelli (circa 1cm di spessore e con lunghezza a partire da 1cm) ed inserisci il campione in una piccola busta di carta o plastica.
B: compila il modulo 62  in tutte le sue parti indicando nelle note la modalità preferita di ricezione del BioMetaTest (posta o email). SCARICA QUI IL MODULO 62
C: Effettua il pagamento QUI
D: spedisci il modulo 62, la busta contenente i capelli e la ricevuta di pagamento all’indirizzo: Erboristeria Fitosofia, Viale Affori 11, 20161 Milano.

Tra circa 15 giorni riceverai gli esiti del tuo test

Il Mineralogramma del capello: l’analisi, il test

I primi mineralogrammi in uso in America negli anni ’70, usavano una tecnologia a spettrometria di massa, tecnica utile anche per l’analisi delle rocce lunari e analisi dei metalli per gli scafi degli Shuttle e degli aerei militari. Venne poi introdotta come tecnologia anche in medicina per l’analisi dei minerali dal capello umano o dal pelo degli animali.

Il capello conserva al suo interno le tossine, minerali e metalli che andiamo ad espellere durante la vita. Grazie ad una tecnologia specifica, si può anche misurare la stratificazione di minerali e metalli nel capello umano.

Il nostro Mineralogramma si può definire di terza generazione, il BioTest si basa su altre metodiche per l’analisi.

Il vecchio mineralogramma indica la quantità di metalli e minerali contenuti nei capelli, bisogna però capire che quantità vi sia contenuta nel corpo, ma nessun mineralogramma riesce a risalire a questo.

Tramite la vecchia analisi dei minerali, capire quali metalli tossici vadano eliminati (perché troppo alti nel corpo) e quali minerali andrebbero integrati (perché troppo bassi), non è possibile. Il capello infatti riporta l’informazione relativa ai metalli espulsi. Sapere che ho Cadmio nei capelli in quantità di 5 mg, non mi da informazioni circa la concentrazione di Cadmio nel corpo; potrei averne altri 20 mg, oppure zero perché ho già eliminato ogni traccia dal corpo.

Il Mineralogramma di nuova generazione

La terza generazione dei BioMetaTest analizza il tessuto prendendo in considerazione la sua biofrequenza, un concetto di recente uso in medicina funzionale, che sta alla base delle nuove tecniche integrate di naturopatia e medicina olistica. Sapere se un metallo “risuona” ad una certa percentuale nel corpo ci dà una maggiore indicazione della sua presenza o comunque dei suoi danni all’interno degli organi, rispetto a sapere in che concentrazione è presente nei capelli.
Per fare un esempio pratico è come se volessimo determinare quanti rifiuti possiede al suo interno una fabbrica, analizzando solo il contenuto dei bidoni esterni a fine giornata. Sicuramente posso farmi un’idea, ma se i bidoni sono pieni, forse nella fabbrica non ci saranno più rifiuti. Se nei capelli non è presente Cadmio, ciò non significa che nel corpo non sia presente cadmio. Insomma, la vecchia tecnologia del mineralogramma misura, in modo scientificamente impeccabile, una porzione di tessuto da cui difficilmente possiamo dedurre la vera quantità di metalli o minerali nel nostro corpo.

La nuova tecnologia di terza generazione brevettata dai laboratori Daphne, pur misurando la biofrequenza e non i milligrammi, risulterebbe essere più vicina alla realtà anche per lo sviluppo di un protocollo di benessere per l’eliminazione di metalli tossici e la corretta integrazione dei minerali necessari.

PERCHÈ ANALIZZARE I MINERALI?
I minerali sono componenti essenziali dei sistemi enzimatici biologici che regolano praticamente tutte le funzioni corporee. Cattive abitudini alimentari, diete restrittive, abuso di farmaci, pillola contraccettiva, stress, inquinamento ambientale, fumo di sigaretta, ereditarietà ed altri fattori sono solo alcune delle cause degli squilibri minerali.

Questi squilibri possono essere l’espressione di tendenze a innumerevoli disturbi.
Tra i principali: Allergie, Anemie, Disturbi dell’Apparato Cardio Circolatorio, ipotensione, ipertensione arteriosa, Disturbi dell’Apparato Digerente, nausea, vomito, gastriti, coliti, Disturbi Endocrini, dell’apparato ginecologico, problemi tiroidei, ipoglicemia, diabete, ritardi di crescita
Disturbi Neurologici, disturbi nell’apprendimento, cefalea, emicrania, neuropatie, vertigini, Disturbi della pelle, eruzioni e rughe cutanee, perdita dei capelli, Disturbi Psicosomatici, ansia, variazioni improvvise d’umore, paure, fobie, eccitabilità emotività, agitazione, depressione, insonnia, irritabilità, problemi emotivi, Disturbi dell’Apparato muscolo-scheletrico, artriti, artrosi, osteoporosi, crampi, tensione muscolare.

Vantaggi del Mineralogramma del capello

Il capello è un eccellente tessuto bioptico per alcune ragioni:
– La campionatura è semplice e non invasiva
– Il capello è un materiale stabile, non richiede particolari trattamenti
– I livelli dei minerali nel capello sono circa dieci volte più elevati di quelli del sangue, ciò consente di ottenere la determinazione con maggior accuratezza.
– I metalli tossici si concentrano nei tessuti molli tra cui il capello, non nel sangue o nelle urine. Infatti i capelli sono usati come uno dei tessuti elettivi per determinare l’esposizione di soggetti a metalli tossici (Piombo, Mercurio, Alluminio ed altri), perché anche dopo lunga esposizione a questi metalli non se ne riscontra alcun livello elevato nel siero. Ciò avviene per meccanismi di difesa nell’organismo che rimuovono rapidamente i metalli tossici dal siero, depositandoli nei tessuti quali fegato, ossa, denti e capelli.
Per esempio: una perdita di Calcio nell’organismo si può verificare senza che ci siano cambiamenti degni di nota nei livelli di Calcio del sangue e contemporaneamente si può sviluppare un principio di osteoporosi.

A chi è consigliato il mineralogramma?

La nostra struttura organica è fatta di un 80% d’acqua e un 19% di minerali. I minerali giocano un importante ruolo nei meccanismi di funzionamento del metabolismo umano. Controllano alcune reazioni, attivano  il sistema immunitario, sono essenziali nella struttura del nostro organismo e del nostro scheletro, sovrintendono a processi metabolici importanti.

Il test del mineralogramma permette di approfondire il funzionamento del sistema endocrino, di verificare lo stato di salute e le tendenze future attraverso l’analisi di minerali, oligoelementi e metalli tossici.

Inoltre il mineralogramma, con l’analisi dei metalli tossici, facilita la comprensione delle causa di molte patologie funzionali e offre uno spunto importante su cui basarsi per disintossicare l’organismo in modo specifico. Spesso viene usato nei casi di patologie degenerative, nei casi di autismo o di predisposizione a gravi patologie dovute a metalli pesanti o a intossicazioni ambientali.

Per richiedere il mineralogramma di persona

Potete venire a trovarci in erboristeria a Milano in Viale Affori 11, dal lunedì al Venerdì, ai seguenti orari: Lun-Sab 9:30-13:00 / 15:00-19:30. Telefono: 0298996473.