Tintura madre di Ginseng

15,5

Il Ginseng ha azione tonico adattogena utile in caso di astenia e convalescenza per favorire il recupero delle forze. Aiuta la concentrazione e la memoria, stimola le difese immunitarie.

Recensioni certificate prodotti Fitosofia
Disponibilità immediata
Consegna in Italia: 1-2 giorni lavorativi
COD: 1994 Categoria: Tag:

Estratto idroalcolico di Ginseng

La tintura madre di Ginseng si ottiene per macerazione in acqua ed alcol delle radici di Panax ginseng, una pianta largamente utilizzata nella medicina tradizionale cinese.

Proprietà del Ginseng

Uso interno

Il Ginseng è un tonico utilizzato in caso di astenia, per favorire la concentrazione e in caso di convalescenza per recuperare le forze. Rientra tra le piante ad azione adattogena, ovvero in grado di agire sulle difese aspecifiche dell’organismo, favorendo una migliore risposta ad agenti esterni e malattie.
Aumenta la risposta immunitaria, favorisce la memoria e migliora la performance fisica degli atleti. Nell’anziano migliora le funzioni cognitive, aumenta il tono dell’umore e rallenta i processi di invecchiamento precoce.

Viene segnalata anche una certa attività gonadotropa, in particolare sembra avere una azione afrodisiaca e stimolante della fertilità e potrebbe essere utile in caso di disfunzione erettile. Uno studio effettuato su donne in menopausa, confermerebbe la capacità della pianta di contrastare la depressione tipica della menopausa, migliorando il tono dell’umore.

Uso esterno

In ambito cosmetico vengono sfruttate le proprietà rivitalizzanti e riattivanti a livello dermico del Ginseng per preparazioni antirughe e tonificanti.

Utilizzo tradizionale

Chiamato anche “radice di vita”, viene descritto dal V Sec. a.C. come panacea dagli effetti straordinari, tonico delle cinque viscere, che “pacifica lo spirito vitale, placa le paure, dà sollievo all’anima scacciandone i cattivi spiriti, schiarisce la vista, solleva il cuore, facilita le decisioni, rende il corpo leggero. Guarisce il senso del freddo agli intestini e allo stomaco, il gonfiore dopo i pasti e il dolore di ventre, i disturbi polmonari, armonizza le funzioni organiche”

Indicazioni, modo d’uso e ingredienti

  • affaticamento
  • astenia
  • convalescenza
  • depressione

Modo d’uso

Si consiglia di assumere 40-50 gocce di tintura madre di Ginseng diluito in poca acqua, 2 volte al dì. In alternativa suggeriamo di preparare una bottiglietta di acqua da mezzo litro con 80-100 gocce di Ginseng, da bere nel corso della giornata a piccoli sorsi.

Controindicazioni

Ai dosaggi terapeutici la pianta risulta sicura, si consiglia tuttavia di evitare la somministrazione serale e di non protrarre il suo utilizzo oltre i 3 mesi. Sono riportati effetti indesiderati legati all’abuso di Ginseng quali nervosismo, tachicardia, insonnia ed eruzioni cutanee.
Il Ginseng è controindicato in caso di asma, febbre, infezioni acute, mestruazioni abbondanti ed epistassi oltre che nelle donne mastectomizzate. Evitare la contemporanea assunzione con caffeina, warfarin e farmaci ipoglicemizzanti. A scopo precauzionale se ne sconsiglia l’assunzione in gravidanza e allattamento, se non sotto controllo medico.

Ingredienti

Estratto idroalcolico (alcol, parte di pianta, acqua) in rapporto D/E da pianta fresca 1:5 di Ginseng (Panax Ginseng C.A. Meyer.) radice.

Tenore medio degli ingredienti caratterizzanti per dose massima giornaliera pari a 100 gocce corrispondenti a 2,4 g di estratto idroalcolico di Ginseng.

Associazioni della tintura madre di Ginseng

  • astenia psicofisica, convalescenza: Energy, AgingQ, Attiva, Vitamina C naturale
  • performance sportive: Energy, Attiva, Vitamina C naturale
  • geriatria: AgingQ, AgingOx, tintura madre di Ginkgo, Neuro+
  • fertilità: AgingQ, Maca, Energy

Formato: Flacone in vetro da 50ml

Peso 0,125 kg
Dimensioni 4,4 × 4,4 × 10,2 cm
Marca

Erboristeria Fitosofia

Non ci sono recensioni per questo articolo

Le informazioni sopra riportate sono di natura puramente informativa, non sono da intendersi in alcun caso come prescrizioni o indicazioni terapeutiche. Consulta sempre preventivamente il tuo medico curante in caso di assunzione di farmaci, terapie in corso, malessere o malattia.