Shopping cart
0,00€

Intossicazioni e fegato: i sintomi della sofferenza epatica

sintomi sofferenza epatica da intossicazioni fegato

Non sottovalutare i sintomi della sofferenza epatica. Possono essere un segnale di allarme per patologie più serie. Scopri quali sono e dai un occhio ai rimedi naturali più indicati per prevenirli.


Il nostro fegato svolge l’importante funzione di filtrare le sostanze, ma proprio per questo motivo è molto suscettibile alla tossicità.

Sono, ad esempio, molti i medicinali che possono provocare vere e proprie intossicazioni da farmaci al fegato come i FANS, gli antiretrovirali, gli antipsicotici ed i gastroprotettori. Si parla, infatti, di farmaci epatotossici che, seppur molto utili per la cura di determinate patologie, possono creare degli effetti collaterali al fegato di non poco conto, compromettendone la corretta funzionalità.

Il fegato intossicato purtroppo rappresenta un grave problema di tipo sanitario e questa patologia è sempre più in aumento. Ma, seppur determinate sostanze tossiche siano state tolte dal mercato, sono ancora tantissime le persone che accusano diversi sintomi collegati alla sofferenza epatica.

Quali sono nello specifico i sintomi delle intossicazioni al fegato? Scoprilo proseguendo nella lettura di questo articolo e conosci quali sono i rimedi naturali per depurare l’organismo dopo un’intossicazione e in particolare questo organo emuntore fondamentale per il nostro benessere.

4 sintomi della sofferenza epatica da non sottovalutare

I sintomi di un’intossicazione del fegato sono piuttosto riconoscibili nonché molto simili a quelli dell’epatite virale (come l’epatite B e la C).

L’epatopatia, ovvero quella malattia che impedisce il normale funzionamento del fegato provoca i seguenti sintomi che, di seguito, andremo a descrivere nel dettaglio:

  • Sclera gialla e ittero epatico
  • Urina scura
  • Forte stanchezza
  • Comparsa di lividi
  • Dolori addominali

Intossicazione fegato sintomi: sclera gialla e ittero epatico

Quando la cute e la sclera (la parte bianca degli occhi) assumono un colore giallastro, molto probabilmente il fegato è intossicato.

Queste parti del corpo, infatti, diventano gialle a causa del fegato che non riesce a smaltire bene una sostanza di colore giallo chiamata bilirubina, una tra le componenti della bile. Questa, se in eccesso, entra in circolo nel sangue andando a causare il colorito giallastro della pelle.

A causa di abuso di farmaci, sostanze stupefacenti e cattive abitudini (come quelle legate al consumo di fumo ed alcol), ma anche in conseguenza a patologie piuttosto gravi come quelle legate al pancreas, all’anemia o alla febbre gialla, si può incorrere in questo sintomo che può creare parecchio disagio nelle persone che ne sono affette.

Urina scura

Se il fegato risulta intossicato, le urine possono presentarsi di colore scuro (solitamente di colore rosso-arancione) per via del deposito di alcune sostanze come la melanina, la bile e la mioglobina.

Tuttavia, non sempre le urine scure sono collegate ad un malfunzionamento del fegato. Spesso, la causa può essere più semplice, come ad esempio una temporanea disidratazione.

Ad ogni modo, per accertare quale sia la causa, è opportuno chiedere il consulto del proprio medico, il quale saprà indicare anche il trattamento ideale.

Stanchezza

La sonnolenza diurna ed una generale stanchezza avvertita durante la giornata, che ci fa tenere a fatica gli occhi aperti, potrebbero non soltanto essere correlate al cibo troppo pesante assunto a pranzo.

Una ricerca pubblicata dalla rivista Hepatology afferma che quando il fegato è affaticato e non riesce, ad esempio, a detossificare l’alcol in eccesso, può provocare un sonno notturno difficile e, di conseguenza, una sonnolenza diurna ed una sensazione di spossamento.

Durante la ricerca sono stati valutati i livelli di ammoniaca nel sangue in dieci volontari sani ed in dieci malati di cirrosi epatica. Nei secondi è risultato un elevato livello di iperammoniemia associato ad un decisivo aumento della sonnolenza.

Dunque, il fegato sembra proprio una delle cause su cui agire per ritrovare un sonno benefico ed una maggiore energia durante la giornata.

Comparsa di lividi

sintomi intossicazione del fegato

Sarà probabilmente capitato anche a te di vedere la comparsa di ecchimosi sulla tua pelle in seguito a qualche trauma. Tuttavia, quando i lividi sono frequenti e non ti accorgi nemmeno dei traumi subiti, la causa potrebbe essere un’intossicazione del fegato.

I lividi e, nei casi più gravi, anche sanguinamenti incontrollati, si presentano in quelle persone il cui fegato non è in grado di produrre quelle sostanze necessarie alla coagulazione.

Dolori addominali

Se avverti spesso dolori nella zona centro-superiore destra dell’addome o dietro lo sterno, possono esserci problemi al fegato.

Non sottovalutare il dolore addominale perché, nel 95% dei casi, può essere il primo sintomo in assoluto della presenza di tumori al fegato.

Oltre ai dolori addominali, può presentarsi anche sensazione fastidiosa di gonfiore addominale. Anche in questo caso, la prima cosa da fare è rivolgersi innanzitutto al proprio medico di base che prescriverà le visite e la terapia più adeguata.

Rimedi naturali contro i sintomi della sofferenza epatica

La fitoterapia da lungo tempo è indicata come rimedio naturale per varie patologie che colpiscono gli organi emuntori, come il fegato.

Se associata ad una dieta equilibrata, essa mostrerà al meglio i suoi benefici derivati dall’impiego di estratti di piante per la realizzazione di preparati fitoterapici, adatti a tutte le età e privi di controindicazioni.

Se ti ritrovi ad avere uno dei sintomi sopra descritti, ti possono essere di ulteriore aiuto (oltre le visite di controllo e le eventuali prescrizioni mediche) gli integratori naturali realizzati da Fitosofia, l’azienda del Dr. Roberto Cammarata, da anni nel campo della fitoterapia e con alle spalle la partecipazione a convegni di importanza internazionale.

Ecco quelli più indicati per la disintossicazione del fegato:

  • Detox Migliora. A base di estratti di foglie di carciofo ed altri vegetali di prima qualità, questo depurativo epatico al 100% naturale, coadiuva le funzionalità del fegato ed aumenta la produzione della bile, andando a contrastare i fastidiosi sintomi dell’epatopatia;
  • Diges. Sono numerose le proprietà di questo integratore. In particolare, per chi ha il fegato intossicato, Diges, grazie ai suoi principi attivi, stimola la funzione epatobiliare, combatte la sonnolenza postprandiale e riduce il gonfiore epigastrico;
  • Fermenti Lattici. I probiotici sono indicati come rimedio naturale da abbinare ad un depurativo epatico nei casi di intossicazione del fegato. Essi riducono l’alto livello di tossicità degli organi.
  • Perle di Olio di Lino. Estratto per pressione a freddo dalla pianta di Lino, questo integratore contiene un’alta concentrazione dei principi attivi presenti nell’olio. Esso risulta un ottimo coadiuvante per le funzionalità normali del fegato e facilita lo scorrimento della bile attraverso l’intestino.

Prenditi cura del tuo fegato con vegetali dalle innumerevoli proprietà, come quelli sopra descritti. Scegli i prodotti della natura per il tuo benessere psicofisico.

Problematiche
Articolo precedente
Energia e vitalità: come avere più energia fisica in modo semplice e naturale
Articolo seguente
Intossicazioni: come disintossicare il tuo organismo in 5 semplici mosse