Shopping cart
0,00€

Tarassaco: proprietà, benefici ed eventuali controindicazioni

Tarassaco tisana

Scopri quali sono le proprietà, i benefici e le eventuali controindicazioni del Tarassaco, pianta officinale ampiamente utilizzata in fitoterapia.


Tarassaco: proprietà di questa pianta officinale.

Il Tarassaco possiede numerose proprietà benefiche: proprio per questo viene ampiamente utilizzato in fitoterapia e nei nostri prodotti naturali come:

In particolare questa pianta ha funzione depurativa e di eliminazione delle tossine in eccesso, purificante e antinfiammatoria nonché diuretica e lassativa.

Il tarassaco rappresenta anche un valido aiuto nei casi di:

  • obesità
  • reumatismi
  • atonie gastriche
  • dispepsie
  • insufficienza epatobiliare
  • intossicazione

e tanto altro ancora!

Ad esempio, nel nostro integratore alimentare Detox Migliora, in cui è presente, il Tarassaco svolge la funzione di attivare la secrezione biliare e di aumentare la diuresi. Inoltre, favorisce l’eliminazione delle tossine e previene la formazione di calcoli biliari.

Ma vediamo ora insieme quali sono i benefici che potrai trarre dall’assunzione di questo o di altri integratori naturali che contengono il tarassaco.

Benefici del tarassaco e modalità di assunzione dei prodotti naturali.

Come tutte le piante officinali anche il Tarassaco offre numerosi benefici a chi ne fa un uso costante e prolungato. Possiamo riassumere nei seguenti punti quelli principali:

  • il tarassaco depura il fegato in quanto facilita l’eliminazione di scorie e tossine. A tal proposito ti consigliamo l’assunzione del nostro integratore Detox Migliora. Questo prodotto possiede un gusto delicato al limone e può essere assunto in pratiche bustine! Consigliamo l’assunzione di una sola bustina al giorno diluita in un po’ d’acqua o in una bottiglietta da consumare durante tutto l’arco della giornata;
  • il tarassaco contribuisce all’eliminazione della cellulite e della ritenzione idrica, perciò è altamente indicato durante le diete dimagranti. In questi casi ti consigliamo di assumere il nostro integratore Drena Migliora, altamente indicato per il drenaggio dei liquidi corporei, da assumere 10 ml di prodotto al giorno diluito in acqua;
  • il tarassaco riesce ad abbassare i livelli di colesterolo cattivo nel sangue. Per questo ti consigliamo di assumere il nostro Cell-K+ Migliora che svolge un’azione ipocolesterolemizzante, favorendo la contrattilità della cistifellea;
  • il tarassaco ha una funzione lassativa “blanda”: è utile per contrastare la stitichezza. Per prevenire ed eliminare episodi di stipsi, l’integratore maggiormente indicato è il Detox Migliora.

Nonostante le innumerevoli proprietà benefiche che questa pianta possiede, il Tarassaco ha anche alcune controindicazioni.

Continua a leggere il nostro articolo per scoprire in quali casi se ne sconsiglia l’assunzione!

Tarassaco: controindicazioni.

Sconsigliamo l’assunzione di tarassaco nei seguenti casi:

  • gastrite, calcolosi biliare o ulcera in quanto potrebbe venir sollecitata la motilità;
  • per tutti coloro i quali stiano già assumendo farmaci con proprietà diuretiche;
  • qualora si assumessero già farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS);
  • per le donne in gravidanza o in fase di allattamento.

In particolare per gli ultimi tre casi citati consigliamo di consultare il proprio medico prima dell’assunzione.

Inoltre, il Tarassaco potrebbe avere alcuni effetti collaterali indesiderati e creare, in soggetti predisposti, fenomeni di ipotensione.

Ma, oltre ai prodotti della nostra erboristeria, come puoi assumere il tarassaco? Scoprilo nel prossimo paragrafo, in cui ti parleremo dei suoi utilizzi in cucina!

Tarassaco in cucina: ecco come utilizzarlo

Il tarassaco, per via del suo sapore delicatamente speziato, si utilizza largamente non solo in fitoterapia ma anche in cucina. Si utilizza negli antipasti, primi piatti e perfino nei decotti e tisane dopo pasto.

tarassaco controindicazioni

Ecco di seguito come assumere le varie parti di questa pianta:

  • Radici, fiori e foglie: puoi friggerli (dopo averli impastellati) ed utilizzarli per preparare un’ottima tisana al tarassaco, menta e cardo.
  • Fiori: puoi prepararli sott’olio o sotto aceto nonché utilizzarli per delle ottime marmellate.
  • Foglie: puoi stufarle con olio ed aglio e condirle con qualche goccia di limone. Inoltre puoi utilizzarle nelle frittate, nelle quiche e perfino nelle zuppe.
  • Radici: comunemente utilizzate per il caffè di tarassaco (bevanda dal gusto analogo al caffè d’orzo).

Conclusioni.

In questo articolo ti abbiamo voluto svelare quali sono le proprietà e i benefici di questa pianta officinale ampiamente utilizzata in fitoterapia.

Ovviamente prima dell’assunzione di uno dei nostri prodotti naturali ti consigliamo di consultare il tuo medico di fiducia per non rischiare di incorrere in effetti collaterali indesiderati.

In tutti gli altri casi non citati nelle controindicazioni potrai assumere tranquillamente i nostri integratori e godere dei numerosi benefici del tarassaco.

Cosa aspetti a provarli?

Componenti
Articolo precedente
Ananas: i 5 benefici principali dati dalla sua assunzione
Articolo seguente
Tarassaco (o dente di leone): che cos’è e come può aiutarti.