Shopping cart
0,00€

Chiodi di garofano: il tuo miglior alleato contro i parassiti intestinali

chiodi di garofano integratori per parassiti intestinali

Sai che i chiodi di garofano sono degli ottimi coadiuvanti contro i parassiti intestinali? Scopri tutto a riguardo.


In Occidente è molto diffusa la convinzione che il problema della presenza di parassiti intestinali interessi solo la popolazione che vive nei cosiddetti Paesi del Terzo Mondo, molto lontani da noi, e gli animali.

Niente di più sbagliato. A dimostrare questa errata convinzione occidentale ci ha pensato l’OMS, ossia l’Organizzazione mondiale della sanità, che ha sostenuto la presenza di più di 3 milioni di persone in tutto il mondo affette da questo disturbo.

Però alcuni soffrono di questo problema senza accorgersene perché non mostrano sintomi particolari che possano ricondurvi e, di conseguenza, non sentono la necessità di rivolgersi al loro medico.

In questo articolo ci occuperemo del problema dei parassiti intestinali.

Parleremo dunque del modo in cui si manifestano e dei metodi più efficaci per debellarli. Tratteremo anche i “repellenti” naturali per questi parassiti, ovvero i chiodi di garofano, contenuti nei nostri integratori Detox Migliora e Tintura madre di chiodi di garofano.

Perciò se anche tu sei interessato a questo argomento o addirittura stai dubitando di essere colpito da questo seccante e delicato problema continua pure a leggere.

Che cosa sono i parassiti intestinali?

I vermi intestinali non sono altro che dei parassiti pluricellulari, di differenti dimensioni e divisi in diverse famiglie, chiamati più correttamente con il termine scientifico di elminti. La verminosi è molto più facile da contrarre di quanto si possa pensare.

Fra i soggetti più colpiti da questo disturbo si possono annoverare i bambini in tenera età, per via della loro naturale propensione ad assaggiare qualunque cosa capiti loro tra le mani.

Anche i soggetti adulti non sono immuni dal contrarre la verminosi, soprattutto in quei ristoranti e locali i cui cuochi non sono particolarmente attenti all’igiene delle mani.

Quali sono i vermi intestinali che colpiscono maggiormente l’uomo?

Le infezioni parassitarie maggiormente diffuse nella nostra società moderna sono dovute alla presenza di ossiuri, noti anche come vermi dei bambini, che colpiscono una buona parte della popolazione in età pediatrica.

Questo tipo di verme di dimensioni molto ridotte e di colore bianchiccio si instaura esclusivamente nell’uomo.

Un altro verme molto diffuso nell’organismo umano e di dimensioni maggiori rispetto all’ossiuro è la tenia, la cui lunghezza può raggiungere anche diversi metri.

Il Platelminta segmentato, questo è il nome scientifico del parassita, viene trasmesso all’uomo tramite l’ingestione di carni poco cotte o crude infettate dalle sue larve.

Altri vermi che possono colpire l’uomo sono gli ascaridi, chiamati scientificamente Ascaris Lumbricoides, che sono fra le cause più diffuse di verminosi anche nel nostro Paese.

L’ascaridiasi è molto diffusa soprattutto nelle zone rurali dove si utilizzano le acque nere per l’irrigazione dei campi oppure in luoghi dove sono assenti i servizi igienici o dove l’igiene lascia a desiderare.

I principali sintomi dei parassiti intestinali

I sintomi che possono manifestarsi in presenza di una verminosi sono i più svariati, ma dovresti stare attento/a soprattutto a quelli più comuni.

Ecco qui sotto elencate le principali avvisaglie che rivelano la presenza di parassiti nel tuo intestino o in quello dei tuoi cari:

  • Il bruxismo, ovvero il digrignare i denti durante il sonno notturno
  • Forte prurito alla punta del naso
  • Lo sbattere continuo delle palpebre
  • Il prurito ai genitali e all’ano
  • Presenza di eritemi e dermatiti
  • Dolore nella zona ombelicale
  • Diarrea
  • Nausea
  • Stanchezza cronica
  • Tosse stizzosa durante la notte
  • Agitazione costante
  • Incubi notturni
  • Episodi di autismo.

Se si è in presenza di almeno uno dei sintomi sopra elencati allora è il caso di effettuare ulteriori accertamenti, di cui parleremo nel prossimo paragrafo.

Controlli per accertare la presenza di parassiti nel corpo umano

Uno dei passi più importanti che dovresti compiere per accertare la presenza o meno di parassiti nel tuo corpo è sicuramente il controllo delle feci.

Questa verifica si dovrebbe effettuare nei giorni di luna piena e nuova, ovvero quando i vermi si riproducono e depositano le uova ed è quindi più facile individuarli.

Un altro metodo, più sicuro di quello sopra descritto, per scoprire se siamo affetti da verminosi consiste nel sottoporsi a degli esami del sangue.

In seguito a queste analisi in laboratorio viene effettuato il conteggio degli eosinofili.

parassiti intestinali esami del sangue

Gli eosinofili non sono altro che i globuli bianchi (leucociti) che sono coinvolti sia nella difesa delle infezioni da parassiti sia nelle reazioni allergiche.

Se la loro presenza si mantiene tra il 4 % e il 20 % allora potremmo essere in presenza di una verminosi.

Se dovessi avere qualche dubbio circa la presenza di vermi nel tuo intestino ma anche nel caso in cui fossi certo di essere colpito dai parassiti intestinali il ricorso al medico è indispensabile.

Ma come si possono prevenire e contrastare i vermi intestinali?

Prevenzione ed eliminazione dei parassiti intestinali

La pulizia e l’igiene della persona sono fondamentali nel prevenire la verminosi e dovrebbero essere insegnate ai bambini sin dalla tenera età.

Un’altra arma efficace contro i parassiti intestinali può essere un’alimentazione adeguata, caratterizzata da alimenti che possono aiutare a contrastare la verminosi.

Fra gli alimenti più utili in questo specifico caso si possono ricordare l’aglio, il curry e la cipolla.

Questi alimenti non solo insaporiscono i nostri piatti, ma svolgono anche un’importante azione antiparassitaria.

Anche la mirra, la curcuma e i semi di zucca possono aiutare in questo caso. La prima favorisce infatti la funzionalità di tutto l’apparato digerente, la seconda è indicata in caso di problemi epatici, mentre i terzi migliorano la funzionalità delle vie urinarie.

Inoltre l’utilizzo di chiodi di garofano può aiutare nella lotta contro i parassiti e i vermi intestinali.

Chiodi di garofano e parassiti intestinali

I chiodi di garofano sono una spezia molto diffusa anche sulle nostre tavole ma non tutti sanno che oltre a dare un gusto gradevole ai piatti possiedono anche proprietà antinfiammatorie, antibatteriche e antiparassitarie.

Il loro olio essenziale riesce, infatti, a tenere sotto controllo la proliferazione dei parassiti, impedendo il rilascio, da parte di questi organismi, di tossine nel flusso sanguigno.

I chiodi di garofano alleviano anche il dolore addominale, diminuiscono il gonfiore e calmano le irritazioni della mucosa gastrica.

Potrai godere delle proprietà dei chiodi di garofano non solo utilizzando questa meravigliosa spezia in cucina, ma anche attraverso l’utilizzo di integratori naturali.

Grazie a questi prodotti le sostanze benefiche possono essere assorbite dall’organismo in maniera più concentrata ma assolutamente innocua.

Fra gli integratori che ti consigliamo caldamente di provare vi sono quelli fitoterapici prodotti dalla nostra Azienda guidata con grande passione dal Dott. Roberto Cammarata.

Sono tutti prodotti 100 % naturali caratterizzati da qualità e purezza; non presentano, infatti, alcol, aromi e coloranti di sintesi, eccipienti e OGM.

Fra i tanti integratori proposti vi sono anche quelli che possono aiutarti a combattere i parassiti intestinali.

Integratori per parassiti intestinali ai chiodi di garofano

Eccoti qui sotto elencati gli integratori più adatti al problema di verminosi, i quali contengono appunto estratti di chiodi di garofano:

  • Detox migliora: è un prodotto specificatamente studiato per la depurazione dell’organismo. Si rivela utile in caso di stipsi e stitichezza, ma funziona anche contro la ritenzione idrica e garantisce, quindi, una funzione drenante, detossinante e diuretica. Inoltre la presenza degli estratti di chiodi di garofano lo rende adatto anche in presenza di parassiti dell’intestino.
  • Tintura madre di chiodi di garofano: ha un’azione antiparassitaria efficace anche contro la tenia, antibatterica e antinfiammatoria. Grazie a questo rimedio fitoterapico è possibile eliminare o ridurre la concentrazione di vermi nell’intestino.

Se se stai cercando un rimedio naturale che ti aiuti a risolvere il problema dei parassiti intestinali affidati pure con fiducia agli integratori Fitosofia.

Se sarai costante nel loro utilizzo ti garantiranno dei risultati soddisfacenti in poco tempo, nel pieno rispetto del tuo organismo.

E allora che aspetti a provarli?

Componenti
Articolo precedente
Caffè verde: cos’è e come utilizzarlo al meglio per dimagrire
Articolo seguente
Gonfiore addominale dopo i pasti: perché succede e come evitarlo