Shopping cart
0,00€

Pelle: quali sono le sue funzioni e le 5 patologie principali

pelle funzioni e patologie

Quali sono le funzioni principali della pelle? E quali sono le sue 5 patologie più comuni? Scoprilo leggendo il nostro articolo!


Pelle: quali sono le funzioni principali che assolve?

La pelle è l’organo più esteso del corpo umano e assolve a numerose funzioni, tra cui:

  • termoregolazione della temperatura corporea;
  • funzione protettiva del corpo da traumi;
  • azione regolativa;
  • funzione difensiva antimicrobica;
  • azione secretiva e sensoriale;
  • attivazione di sintesi della vitamina D;
  • funzione respiratoria;
  • percezione del dolore e di eventuali stimoli sgradevoli.

Quando la nostra cute è affetta da patologie potrebbe non assolvere più a una di queste funzioni o creare problemi non indifferenti. Per questo sarebbe opportuno ricorrere a dei rimedi naturali che permettono alla nostra pelle di ristabilizzarsi.

Rientrano in queste soluzioni i nostri prodotti 100% naturali come Detox Migliora, la tintura madre di Bardana, le perle di Borragine e la Vitamina C fitoattivata.

Tutti questi prodotti sono utili per trattare le 5 patologie più comuni della pelle di cui ti vogliamo parlare in questo articolo.

Queste patologie sono: la dermatite, l’acne, la psoriasi, l’ittiosi e l’orticaria.

Iniziamo subito con il parlare della dermatite.

Malattie della pelle: la dermatite.

La dermatite è una delle patologie più comuni della pelle e consiste in un’infiammazione della cute che si manifesta con gonfiori, prurito, irritazione e arrossamento.

Quando la nostra pelle è affetta da questa patologia significa che sta reagendo a dei fattori esterni (come ad esempio allergeni) o a fattori interni.

Le forme più comuni di dermatite sono le seguenti:

  • dermatite da contatto: causata dal contatto con sostanze urticanti e irritanti come ad esempio ortica, detersivi o altre sostanze chimiche e punture di insetti velenosi. Questa tipologia di dermatite causa la fuoriuscita di vescicole ed è altamente irritativa;
  • dermatite seborroica: la cui infiammazione cutanea è accompagnata da una desquamazione intensa. Può comparire sul cuoio capelluto causando la fastidiosa forfora, sul volto e manifestarsi con crosta lattea (in particolare questo accade nei neonati);
  • dermatite atopica (detta anche eczema atopico): si manifesta con vescicole e arrossamento nelle pieghe della pelle come ad esempio il collo, il gomito e le ginocchia. Si tratta di una forma di dermatite maggiormente comune nei bambini.

Un rimedio molto utile nei casi di dermatite sono le nostre perle di Borragine. La Borragine è una pianta che appartiene alla famiglia delle Borraginaceae, caratterizzata da una peluria biancastra e ispida e da uno stelo ricoperto di fiori stellari azzurri o rossi. Il periodo della sua fioritura cade, generalmente, durante la stagione estiva.

Il nostro prodotto 100% naturale, oltre che ad essere indicato nei casi di dermatite, lo consigliamo anche in presenza di altre patologie della pelle come acne, psoriasi, secchezza e prurito cutaneo.

Ti consigliamo di assumere 1/2 perle al giorno diluite in un po’ d’acqua, ma ne sconsigliamo l’assunzione nei casi di gravidanza, allattamento ed epilessia, ma anche ai soggetti che stanno seguendo un trattamento con anticoagulanti o antiaggreganti piastrinici.

Malattie della pelle prurito: che cos’è la psoriasi e come trattarla?

La psoriasi è una tipologia di dermatite cronica, ovvero persistente e duratura. Il suo sintomo principale è un fastidioso prurito permanente.

Le zone che vengono maggiormente colpite da questa patologia sono:

  • gomiti;
  • cuoio capelluto;
  • ginocchia;
  • palmo della mano;
  • viso;
  • pianta dei piedi;
  • zona lombare della schiena.

Anche se, in realtà, potrebbe comparire in qualsiasi zona del corpo.

Per contrastare la psoriasi, oltre alle perle di Borragine, potresti assumere la tintura madre di Bardana. La Bardana è una pianta perenne che appartiene alla famiglia delle Asteraceae, utilizzata in fitoterapia per la psoriasi ma anche per contrastare l’acne, la seborrea, la forfora e altre tipologie di dermatite.

La nostra tintura madre, dal gusto amarognolo e astringente, oltre che ad essere utile per contrastare dermatopatie come eczemi, crosta lattea, esantemi, eritemi, psoriasi e acne, è indicata anche nei seguenti casi:

  • artrosi;
  • gotta;
  • raffreddori;
  • reumatismi;
  •  cistiti.

Te ne sconsigliamo l’uso in caso di allergie alle composite e durante la gravidanza.

Malattia della pelle: scopri che cos’è l’acne e come trattarlo

malattie della pelle del viso

L’acne è un’infiammazione delle ghiandole pilosebacee e si manifesta con la fuoriuscita di pustole, cisti, punti neri, papule ecc. Ciò avviene quando la pelle produce un eccesso di sebo.

Generalmente, il periodo in cui l’acne insorge maggiormente nella vita di un individuo è l’adolescenza.

Per eliminare l’acne, motivo di complessi nella stragrande maggioranza degli individui che ne soffrono, esistono in natura alcuni ingredienti che sono in grado di contrastarne la fuoriuscita.

Come abbiamo detto prima è possibile utilizzare la Bardana, ma oltre a questa pianta c’è anche il Tarassaco, da noi impiegato per la realizzazione del depurativo naturale per eccellenza, il Detox Migliora!

Oltre che nei casi di acne, ne consigliamo l’assunzione qualora si soffra di:

  • dermatiti varie;
  • affaticamento;
  • sonnolenza dopo i pasti;
  • nervosismo;
  • mancanza di forze;
  • eczemi cutanei;
  • forfora;
  • prurito.

L’ultimo prodotto di cui ti vogliamo parlare è la Vitamina C Fitoattivata, utile per contrastare alcune problematiche relative alla pelle, tra cui anche l’orticaria e l’ittiosi.

Patologie della pelle: prova la Vitamina C per contrastare ittiosi e orticaria!

Con il termine ittiosi s’indica un insieme di malattie legate alla cute che si manifestano con pelle secca e/o squamosa. La pelle della persona affetta da questa patologia ricorda vagamente le squame di un pesce: non a caso la radice “ittio” deriva dal greco ikhthýs (pesce).

L’orticaria è un’eruzione cutanea che si manifesta con la comparsa di pomfi (lesioni edematose del derma) pallidi, rosati, rossi e pruriginosi. Generalmente, questa patologia ha una durata di circa sei settimane a meno che non si tratti di un’orticaria cronica, in cui l’eruzione persiste per molto più tempo.

Per contrastare e prevenire queste problematiche della pelle prova la Vitamina C Fitoattivata, il nostro integratore alimentare a base di vitamina C ed estratti naturali concentrati derivanti dalla frutta.

È disponibile al gusto arancio e amarena, e ti consigliamo di assumerne da 40 a 100 gocce al giorno disperse in acqua o in qualsiasi altra bevanda a tuo piacere da consumare durante tutto l’arco della giornata.

Conclusioni.

Prendersi cura della propria pelle è molto importante e le problematiche legate a questo organo non sono assolutamente da sottovalutare!

Per questo ti consigliamo di utilizzare i nostri prodotti 100% naturali, utili non solo per contrastare eventuali patologie ma semplicemente per prevenire che queste insorgano.

Provali subito e ti accorgerai immediatamente dei benefici che potrai trarre da un percorso di depurazione naturale!

Organi interessati
Articolo precedente
Ritenzione idrica: cos’è, come prevenirla e come eliminarla
Articolo seguente
Depurare l’organismo: scopri le principali cause ed i sintomi di intossicazione