Rodiola Rosea la pianta che combatte stress e stanchezza

L’estratto delle radici della Rodiola Rosea costituisce un alleato indispensabile per combattere la stanchezza fisica e mentale, favorire la concentrazione e migliorare il tono dell’umore agendo come anti-depressivo naturale.è un coadiuvante in regimi dietetici dimagranti, favorisce la concentrazione ed è un potente anti-depressivo.

La Rodiola Rosea è una pianta grassa originaria dell’Himalaya, diffusasi poi in territori dal clima freddo come l’Asia Centrale, la Siberia, la Lapponia, la Scandinavia e la Norvegia. Il nome della pianta deriva dal suo intenso profumo simile a quello di una rosa e uno dei nomi con i quali è conosciuta nei popoli dell’Asia Centrale è quello di “pianta dalle radici d’oro”. In Francia, all’epoca dei lumi, gli speziali si facevano consegnare la radice della Rodiola rosea proveniente dalle Alpi, tanto che la sua descrizione compare addirittura nella celebre enciclopedia di Diderot e D’Alembert sotto il nome di Radice di Rodi.

Le leggende e le tradizioni che avvolgono questa pianta dalle virtù curative incredibili sembrano essere davvero numerose e si narra che il popolo guerriero dei Vichinghi masticasse proprio le foglie di Rodiola Rosea per trarre vigore e forza durante le conquiste territoriali avvenute dopo l’anno mille in tutta Europa.

Proprietà e benefici della Rodiola Rosea

La parte della pianta che viene utilizzata in erboristeria e fitoterapia è la radice che viene raccolta tra maggio e settembre. Dal rizoma della Rodiola rosea si ricavano numerosi componenti come acidi organici, oli essenziali, manganese e derivati glicosidici. La radice contiene infatti più di 140 principi attivi e tra questi, i più potenti, sono i salidroside e la rosavina. Mentre il salidroside è presente anche in altri estratti naturali, la rosavina è invece specifica della Rodiola rosea. Le combinazioni di questi due derivati – con una rispettiva percentuale di presenza di 1% e 3% – conferiscono alla Rodiola rosea le sue proprietà tonico-adattogene. L’estratto delle radici di Rodiola rosea allevia i sintomi dello stress, combatte il nervosismo, l’ipertensione, la tachicardia e la fatica. Più in generale la Rodiola è inoltre un potente alleato per la concentrazione e per rinnovare il vigore del nostro organismo dopo un’attività sportiva più o meno intensa. L’estratto delle sue radici è un potente tonico-adattogeno che agisce per:

  • aumentare la resistenza dell’organismo allo stress;
  • alleviare la stanchezza;
  • migliorare la memoria e la concentrazione nello studio;
  • favorire regimi di dieta dimagranti;
  • sostenere l’umore.

La Rodiola racchiude inoltre a livello molecolare numerosi principi attivi dei quali la rosavina che è la chiave di volta grazie alle sue proprietà neurostimolanti, immunostimolanti e antiossidanti.

La rosavina della Rodiola Rosea

La Rodiola rosea contiene un principio attivo chiamato rosavina che offre molteplici vantaggi per il nostro organismo, come quello di aumentare i livelli di serotonina endogena e favorire dunque un innalzamento dell’umore.

Un altro vantaggio della rosavina è quello di stimolare le lipasi ovvero enzimi capaci di fare smaltire il grasso presente all’interno delle cellule – soprattutto a livello dell’addome – . Ecco perché l’estratto di Robiola rosea costituisce un valido alleato per tutti coloro che affrontano un regime dietetico volto al dimagrimento.

Rodiola Rosea: l’integratore tonico fisico e mentale

Secondo gli studi del naturopata ed erborista Jean Francois Astier – autore del testo “Rhodiola il più potente rimedio antistress” – la bevanda che Medea offre a Giasone per donargli la forza necessaria per sconfiggere il drago e impossessarsi del vello d’oro, è proprio un infuso a base di Rodiola rosea. Utilizzata sin dall’antichità nelle fredde e desolate terre della Siberia, della Russia, del Tibet e della Cina, la Rodiola rosea era considerata una pianta capace di donare vigore, forza e concentrazione in coloro che la assumevano. Un detto in Siberia dice ancora oggi che bere regolarmente l’infuso di questa pianta permette di vivere più di cento anni.

In questo articolo vedremo quanto c’è di vero nella medicina popolare e analizzeremo le ultime scoperte scientifiche relative all’utilizzo della radice di Rodiola rosea per dimagrire, contro stress e stanchezza e per ridurre i sintomi della menopausa.

Iniziamo con l’indagare cosa si intende per pianta adattogena.

Adattogeno vegetale dalle proprietà dimagranti

Per sostanza adattogena si intende una sostanza priva di tossicità – capace di esercitare un’azione specifica sui processi fisiologici – con la finalità di elevare la resistenza fisica di fronte agli stress ambientali e favorire l’adattamento dell’organismo a situazioni di carico straordinario. L’azione adattogena, nel nostro organismo, si traduce in un adattamento fisiologico volto a proteggere le riserve di energia e accelerare la biosintesi delle proteine e degli acidi nucleici. Gli adattogeni possono essere distinti in Immunostimolati ovvero sostanze che provocano un aumento delle difese immunitarie, Nootropici, che come vedremo in seguito sono sostanze in grado di migliorare le funzioni cerebrali e Tonici. Le proprietà adattogene della Rodiola rosea aiutano il nostro organismo ad affrontare gli stress a cui è sottoposto, trasferendogli le sue capacità adattive.

L’ estratto di radici di Rodiola rosea di Fitosofia è un potente alleato in caso di disturbi da stress prolungato, per favorire il dimagrimento e per tutte quelle situazioni in cui è necessario affrontare dei cambiamenti. Inoltre le sue proprietà toniche sono utili per contrastare l’affaticamento mentale e fisico e favorire il normale tono dell’umore.

Il rimedio naturale per la salute e la bellezza

La Rodiola rosea vanta numerose proprietà benefiche per il nostro organismo per favorire la salute e la bellezza. Uno dei principali benefici delle Rodiola rosea è quello di velocizzare le funzioni metaboliche e attenuare la fame nervosa. E’ inoltre un integratore utilizzato per aumentare il tono muscolare e la resistenza dell’organismo. Recenti studi confermano che l’utilizzo regolare dell’estratto di Rodiola rosea può inoltre essere benefica per i soggetti diabetici, per controllare stress e depressione e per alleviare i sintomi della menopausa. Vediamo nel dettaglio quali sono i suoi molteplici utilizzi.

Rodiola rosea per dimagrire

Come abbiamo spiegato in questo articolo la Rodiola rosea è un integratore utilizzato durante diete e regimi dimagranti. Le sue proprietà lipolitiche favoriscono la mobilitazione degli acidi grassi del tessuto adiposo. Questa azione si traduce in uno “scioglimento” dei trigliceridi che si depositano nelle cellule. Il pannicolo adiposo in questo modo viene trasformato in un vero e proprio combustibile che il nostro organismo utilizza per produrre energia e favorire il dimagrimento mediante la produzione di ATP – l’energia cellulare che sostiene il nostro organismo.

In modo particolare la ricerca scientifica ha indagato i benefici della Rodiola rosea per contrastare la fame nervosa. La sua azione diretta sulla serotonina – il neurotrasmettitore della felicità – lo rende infatti uno dei migliori integratori per placare la fame nervosa e compulsiva. La sua azione sulla dopamina è inoltre proprio ciò che permette di risolvere problematiche legate alla fame nervosa e al desiderio compulsivo di cibo dovuto ad ansia e stress. L’effetto della Rodiola rosea sulla dopamina, infatti, favorisce l’innesco di un vero e proprio “interruttore cerebrale” che invia al nostro corpo un segnale di sazietà contrastando così la fame nervosa e le tendenze bulimiche. L’estratto di radice di Rodiola rosea di Fitosofia è un valido sostegno nelle le diete ipocaloriche e nei percorsi di dietoterapia.

Rodiola rosea per ridurre la stanchezza

La Rodiola rosea è una pianta dalle proprietà benefiche per sostenere la forza e la resistenza fisica. Vediamo perché. Grazie all’aumento del substrato (acidi grassi) per la produzione di ATP e alla normalizzazione dei tassi di acido lattico e urico, l’assunzione dell’estratto di Rodiola rosea porta ad un conseguente miglioramento delle prestazioni fisiche e ad un aumento della resistenza alla fatica. L’utilizzo dell’integratore di Rodiola rosea è dunque indicata per:

  • sportivi dilettanti o atleti;
  • per sostenere il nostro organismo nei periodi di affaticamento;
  • come integratore alleato per i cambi di stagione;
  • come rimedio naturale per combattere stress e fatica.

Numerosi studi clinici condotti su atleti professionisti hanno confermato che l’assunzione di Rodiola rosea favorisce un miglioramento del battito cardiaco, della pressione arteriosa e polmonare. L’estratto di Rodiola rosea di Fitosofia ha infatti un effetto anabolizzante sul tessuto muscolare: la sua capacità di aumentare il livello di acido glutamminico e di proteine nei muscoli è simile all’effetto degli steroidi anabolizzanti, senza tuttavia produrre gli effetti collaterali che normalmente si associano all’assunzione di steroidi.

Ecco perché la Rodiola rosea è il migliore alleato per gli sportivi e gli atleti che vogliono migliorare le proprie prestazioni fisiche.

Rimedio naturale per alleviare i sintomi della menopausa

Numerosi studi scientifici sono sempre più indirizzati verso lo studio della Rodiola rosea come integratore per alleviare i sintomi della menopausa, contrastare la perdita di memoria e favorire un sostegno fisico e mentale durante questa fase di passaggio che ogni donna attraversa. Secondo queste ricerche, l’estratto di Rodiola rosea agisce come modulatore selettivo dei recettori degli estrogeni (SERM) andando ad alleviare le problematiche di affaticamento, stress e depressione tipiche della menopausa. Per vivere serenamente questa importante fase di passaggio è quindi fondamentale l’utilizzo di integratori naturali a base di Rodiola rosea per combattere la tipica perdita di memoria associata alla menopausa. Durante la menopausa è inoltre importante vivere nella consapevolezza che ogni momento di passaggio deve essere associato ad una dieta bilanciata e ad un corretto ed adeguato movimento fisico.

L’estratto di radici di Rodiola rosea realizzato dai nostri laboratori è un integratore ideale per le donne che vogliono attenuare i sintomi della menopausa come stanchezza, perdita di memoria e affaticamento.

menopausa-sintomi

Integratore alimentare per combattere stress e fatica ad ogni età

L’assunzione di Rodiola rosea per periodi prolungati è un alleato molto potente per combattere stress e fatica ad ogni età. Recenti studi scientifici rivelano che i fattori di stress sono una delle principali cause che indeboliscono il sistema immunitario soprattutto a livello linfocitario.

A seguito di una situazione di stress, il nostro organismo può essere aggredito più facilmente da ogni tipologia di infezioni batteriche e virali. Inoltre durante un periodo di stress, il nostro organismo è portato a produrre una quantità elevata di cortisolo, un ormone steroideo prodotto delle ghiandole surrenali che aiuta l’organismo a fronteggiare situazioni stressanti. Questa elevata produzione di cortisolo può alterare il corretto funzionamento del sistema immunitario e rendere così l’organismo più vulnerabile a virus e batteri. La Rodiola rosea è un integratore che sostiene il nostro organismo, riduce la produzione di cortisolo e favorisce una reazione contro stress fisici come i cambi di stagione climatici.

L’estratto di radice di Rodiola rosea di Fitosofia è un rimedio naturale per favorire la concentrazione, combattere lo stress e la fatica fisica e mentale ad ogni età. Questa pianta dalle proprietà adattogene è utile per sostenere i momenti di cambiamento e per combattere lo stress causato dalla frenesia del lavoro e della vita moderna. Numerosi studi confermano inoltre che la Rodiola rosea è il migliore integratore alimentare per sostenere gli studenti nella fase di concentrazione necessaria durante lo studio.

La pianta che aiuta a combattere la depressione

Il primo requisito per vivere una vita nel pieno delle proprie forze e in un corretto equilibrio che coinvolge mente, corpo e spirito, è quello di favorire il normale tono dell’umore, evitando sbalzi, squilibri e stati di depressione cronica. La Rodiola rosea è un rimedio naturale utilizzato sin dall’antichità per sostenere la motivazione psico-fisica e riequilibrare il tono dell’umore. L’utilizzo di Rodiola rosea per combattere stati depressivi è comprovato dalla ricerca scientifica che ha analizzato il modo in cui questo rimedio naturale, come abbiamo detto, agisce direttamente sulla serotonina – l’ormone della felicità – e sulla dopamina – l’ormone della motivazione e del piacere -.

In uno studio di sei settimane su 90 persone con sintomi di depressione lieve o moderata, sono state somministrate in maniera prolungata 340 mg o 680 mg di Rodiola rosea o pillole placebo. Da questi studi è emerso che i gruppi che hanno assunto Rodiola rosea, hanno registrato miglioramenti significativi sugli stati di depressione e sulla instabilità emotiva e sull’insonnia mentre, i gruppi ai quali sono state somministrate le pillole placebo, non hanno mostrato miglioramenti. Il gruppo della Rodiola rosea che ha ricevuto la dose maggiore di 680 mg ha inoltre dimostrato evidenti miglioramenti nell’autostima.

Nootropi: cosa sono e come funzionano

Nootropo è un termine che deriva dalle parole di origine greca nous e tropos il cui significato rispettivo è quello di “mente” e “cambiare/piegare”. I nootropi sono in altre parole tutte quelle sostanze naturali o di sintesi che alterano le capacità cognitive favorendo stati di apprendimento cognitivo, motivazione, memoria e creatività.

“Cambiare la mente” dunque per migliorare il proprio stato di salute e benessere.

I nootropi naturali più utilizzati in fitoterapia ed erboristeria sono il Ginseng, il Ginkgo Biloba e la Rodiola rosea. In modo particolare la Rodiola rosea, oltre ad avere un potente effetto antidepressivo e anti-stress, è utile anche per stimolare l’agilità mentale, la concentrazione e la lucidità. La Rodiola rosea è dunque classificabile come sostanza nootropa ed è inoltre un valido alleato per migliorare e normalizzare il battito cardiaco, regolare la pressione arteriosa e quella polmonare. Recenti studi confermano inoltre che la Rodiola rosea è in grado di migliorare la plasticità neuronale.

Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta.

Rodiola rosea per il miglioramento della plasticità neuronale

Il nostro cervello è in grado di modificare incessantemente la propria struttura. I neurobiologi cileni Francisco Varela e Humberto Maturana hanno definito questa affascinante capacità del cervello di mantenere la propria organizzazione pur modificando continuamente la propria struttura, con il termine di “autopoiesi”. La plasticità neuronale si modifica in base a numerosi fattori esogeni – o esterni – come per esempio l’esperienza, la memoria dell’esperienza, l’ambiente in cui viviamo e l’innesco di molteplici fattori di cambiamento e adattamento: la neuroplasticità del cervello deve fare fronte a tutte queste modificazioni pur mantenendo intatta la propria struttura.

L’estratto della radice della Rodiola rosea ha degli effetti positivi sulla neuroplasticità del nostro cervello. Un recente studio della Seton Hall University degli Stati Uniti in collaborazione con le Università di Messina e Catania ha investigato l’effetto di questa pianta sulla plasticità neuronale. Sono stati reclutati 28 volontari sani ai quali è stata somministrata una dose di 500 mg di Rodiola rosea o placebo. Mediante metodiche di stimolazione magnetica transcranica sono poi stati valutati gli effetti di queste somministrazioni sulla plasticità neuronale. I risultati hanno mostrato che l’estratto di Rodiola rosea è in grado di modulare la plasticità corticale favorendo concentrazione, lucidità, miglioramento della capacità di pensiero e memoria.

L’integratore alimentare “segreto” del Kgb

Come abbiamo detto, i meccanismi d’azione dei costituenti della Rodiola rosea hanno degli effetti sulla produzione di serotonina, favorendo un controllo della fame nervosa e dell’appetito, un miglioramento dell’umore e delle capacità d’adattamento e di memoria. Sono notizie ad oggi confermate dalla ricerca scientifica che tuttavia erano già state indagate durante la guerra fredda. Patricia Gerbar, autrice del libro “ The Rhodiola Revolution”, racconta la storia dell’utilizzo della Rodiola per la preparazione fisica e mentale dei cosmonauti russi e degli ufficiali del Kgb. Durante la guerra fredda, infatti, la Rodiola era considerata un elemento chiave dei programmi sovietici per migliorare le prestazioni psicologiche e intellettuali dei membri dell’elite sovietica, dei cosmonauti e degli agenti del Kgb. L’autrice racconta di come i ricercatori sovietici conducessero numerose ricerche per sviluppare alcune molecole di questa pianta, al fine di trasformare i migliori agenti del Kgb in veri e propri superuomini.

The Rhodiola Revolution, raccontando la storia dell’utilizzo di questa pianta adattogena da parte dei ricercatori russi, analizza anche le proprietà benefiche della pianta per aumentare la resistenza fisica, la longevità, la memoria, le capacità cognitive e persino, come ci racconta l’autrice, per migliorare le prestazioni sessuali.

I Prodotti Fitosofia a base di Rodiola Rosea

Fitosofia ha messo a punto un estratto analcolico concentrato delle radici della Rodiola rosea mediante innovative tecniche estrattive che mantengono elevate concentrazioni di principi attivi, senza utilizzo di eccipienti quali alcol, zuccheri aggiunti, glutine, coloranti o OGM. L’integratore di Rodiola rosea vanta molteplici proprietà, è ideale per sportivi, in regimi di diete dimagranti e come alleato per combattere l’affaticamento della menopausa.

Ecco perché l’estratto di Rodiola rosea di Fitosofia è il migliore alleato sia nei periodi di cambiamento che per mitigare gli stati di fame nervosa dettati da situazioni ansiogene e di forte stress. Questo rimedio fitoterapico è stato messo a punto dai nostri laboratori mediante innovative tecniche di estrazione che mantengono elevate concentrazioni di principi attivi senza utilizzo di eccipienti quali alcol, zuccheri aggiunti, glutine, coloranti o OGM.

Estratto concentrato analcolico di Rodiola Rosea

Conclusioni

L’estratto delle radici della Rodiola rosea è un potente tonico-adattogeno che aumenta la produzione di energia cellulare (ATP); sostiene la resistenza a stress e stanchezza, migliora la concentrazione e la memoria e tonifica l’umore. Ottima per favorire il recupero dopo sessioni sportive anche intense e come coadiuvante nelle diete dimagranti.

Fonti Bibliografiche:

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookies.