Shopping cart
0,00€

Rosa canina: sai che le bacche sono un toccasana per il tuo organismo?

bacche rosa canina proprietà

Sapevi anche che gli estratti di questa pianta sono utilizzati sin dai tempi antichi in ambito terapeutico da popoli come i greci, i persiani ed i romani? Scopri tutto sulla rosa canina in questo articolo.


La rosa canina è una pianta diffusa a tutte le latitudini e, sin dai tempi antichi, viene sfruttata nella fitoterapia in virtù delle sue innumerevoli proprietà.

Se sei interessato a scoprire di più a riguardo di questa pianta e vorresti provare le sue bacche, i cui benefici sono noti sin dai tempi antichi, in questo articolo troverai tutto quello che bisogna sapere ed alcune curiosità.

Inoltre, ti presenteremo i nostri prodotti Fitosofia che contengono estratti altamente concentrati di Rosa Canina, come la Vitamina C Fitoattivata ed il Macerato Glicerico di Rosa Canina.

L’estrazione a freddo ad ultrasuoni, una tecnica innovativa che sfruttiamo da diversi anni, è ciò che rende questi integratori davvero efficaci ed in grado di fare la differenza.

Prosegui nella lettura per scoprire di più.

Per caso soffri di colesterolo alto? Leggi il seguente articolo: “I 5 principali sintomi del colesterolo elevato“.

Curiosità sulla rosa canina

Detta anche rosa selvatica, rosa spina oppure biancarosa, la rosa canina la troviamo tranquillamente nei nostri boschi italiani, soprattutto tra le siepi.

rosa canina benefici

Il nome di per sé è rappresentativo delle virtù di questa pianta.

Plinio il Vecchio, scrittore e filosofo naturalista dei primi anni Dopo Cristo, diffuse la credenza che questa pianta riuscisse a guarire dalla rabbia trasmessa dai cani, che a quell’epoca mieteva parecchie vittime.

Nel 1700, Linneo, naturalista svedese fondatore della moderna sistema botanica e zoologica, attribuì, quindi, il termine “canina”.

Questa pianta era nota anche presso i seguenti popoli:

  • Gli assiri, che la consideravano altamente medicamentosa;
  • I greci, che prescrivevano la rosa canina come tonico;
  • I romani, che la utilizzavano per la fitoterapia e ne estraevano gli oli essenziali per creare profumi ed unguenti.

I principi attivi della rosa canina e le loro proprietà

I cinorrodi, ovvero le “bacche” della rosa canina dall’aspetto carnoso a forma di coppa, il cui colore varia dal rosso al verde, dal nero al blu, contengono diversi principi attivi che sprigionano moltissimi benefici.

Vediamo qui di seguito quali sono i principali e le relative proprietà.

Vitamina C

La rosa canina possiede una quantità davvero elevata di questa sostanza necessaria per la salute delle cellule e dei tessuti del nostro corpo. Basti pensare che soltanto un etto di queste bacche contiene vitamina C quanto un chilo di arance.

Vogliamo ricordarti che questo principio attivo è fondamentale per i seguenti motivi:

  • rinforza il sistema immunitario,
  • è antiossidante,
  • è utile in caso di anemia,
  • protegge le ossa e le cartilagini,
  • è un ottimo alleato contro lo stress,
  • stimola sintesi del collagene (fondamentale per la bellezza della pelle).

Tannini

Queste sostanze polifenoliche sono dotate di proprietà antidiarroiche, antinfiammatorie, astringenti, antibiotiche ed emostatiche.

In particolare, per quanto riguarda la diarrea, i tannini riducono la secrezione della mucosa ed ostacolano il passaggio dei batteri patogeni.

Queste proprietà sono dovute alla grande capacità dei tannini di legarsi fortemente alle proteine presenti nelle cellule, facendole coagulare.

Flavonoidi

Queste sostanze, riconosciute dal Ministero della Salute come nutritive e fisiologiche, sono in grado di contrastare l’azione dei radicali liberi e, quindi, di prevenire il precoce invecchiamento delle cellule.

I flavonoidi hanno, inoltre, le seguenti proprietà:

  • Mantengono una buona salute del fegato;
  • Rinforzano il sistema immunitario;
  • Sono ideali per chi segue una dieta finalizzata alla perdita di peso, in quanto giocano un ruolo importante nello scioglimento dei grassi viscerali;
  • Prevengono problemi cardiovascolari.

Pectina

Questo carboidrato, che può ritenersi a tutti gli effetti una fibra solubile, ha un’azione emolliente e gelificante: è, quindi, fondamentale per la regolarità intestinale.

Si rivela un perfetto alleato per chi soffre di coliti, di stitichezza (stipsi) ed in caso di diarrea.

Permette, inoltre, l’assorbimento del colesterolo, riducendone la produzione: la pectina svolge, quindi, un ruolo primario anche nella prevenzione dei problemi al cuore.

Infine, previene l’insorgenza del diabete, in quanto stabilizza i livelli di zuccheri presenti nel sangue.

La rosa canina e la fitoterapia: i modi migliori di utilizzo

Nell’ambito della fitoterapia, la rosa canina è molto utilizzata per la preparazione di tisane, tè, ma anche macerati glicerici e come ingrediente di vari integratori.

Noi di Fitoterapia produciamo da lungo tempo rimedi naturali che contengono l’estratto di questa pianta dalle indubbie virtù.

Ecco, qui di seguito, i nostri prodotti che dovresti assolutamente provare:

  • Vitamina C fitoattivata. Si tratta di un integratore alimentare a base di vitamina C che è stato potenziato con l’estratto vegetale di rosa canina, ma anche di altri frutti, come il ribes, l’acerola e le bacche di camu camu. In totale sono presenti 2696 mg di estratti acquosi concentrati per 5 ml di prodotto;
  • Macerato Glicerico di Rosa Canina. Questo preparato, ottenuto con la macerazione dell’estratto vegetale in aggiunta ad acqua, alcol e glicerina, è ricchissimo dei principi attivi della rosa canina. Esso è ampiamente utilizzato per trattare patologie infettive, soprattutto quelle a carico dell’apparato respiratorio e per altre malattie che provocano un calo delle difese immunitarie.

Prenditi ora cura del tuo benessere con prodotti al 100% e senza alcun tipo di controindicazione.

Scegli gli estratti puri di rosa canina presenti in questi integratori.

Componenti
Articolo precedente
Ribes nero: proprietà, benefici ed eventuali controindicazioni
Articolo seguente
Cattiva circolazione negli arti inferiori