Shopping cart
0,00€

Umore e alimentazione: i cibi da evitare se soffri d’ansia.

ansia e alimentazione: cibi da evitare

L’ansia ti distrugge? Non riesci più a ritrovare la serenità di un tempo? Scopri perché e come l’alimentazione è una tra le principali cause dell’ansia ed i metodi naturali migliori per sconfiggerla.


Il nesso tra ansia e cattiva alimentazione.

8 milioni di persone soltanto in Italia soffrono di ansia o ne hanno sofferto in passato, secondo lo studio ESEMED-WMH.

Dai risultati di un sondaggio condotto dall’Associazione Europea Disturbi da Attacchi di Panico (Eurodap) è emerso che circa il 79% di quelli che hanno risposto ha avuto, nel mese precedente, intense e frequenti manifestazioni di ansia.

Uno scenario, quindi, particolarmente complesso ed anche piuttosto preoccupante, perché riguarda molti giovani e adolescenti.

Anche in questo caso la dieta assume un ruolo davvero importante. Basti pensare che il 95% dei recettori della serotonina (nota anche come “ormone della felicità e del buonumore”) si trova nell’intestino.

Seppur possa sembrare sorprendente, ci sono alimenti che possono duplicare le sensazioni d’ansia. Quali sono? In questo articolo scoprirai quali sono quegli alimenti che contribuiscono ad agitarti.

Alimentazione ed ansia: 3 cibi che dovresti evitare

Se fino a qualche anno fa non era ben chiaro se esistesse davvero un legame tra cibo ed umore, oggi abbiamo delle prove scientifiche molto importanti che confermano questa correlazione.

Sono diversi gli alimenti che posso squilibrare i livelli di serotonina e di altri neurotrasmettitori come il GABA, i quali aiutano a ridurre lo stress. Ecco qui di seguito alcuni.

  • Caffè. La caffeina può apportare numerosi benefici, in particolare a chi soffre di depressione. Tuttavia, se sei affetto da ansia o attacchi di panico dovresti limitarne al massimo l’assunzione oppure prediligere il caffè decaffeinato o, al limite, il caffè d’orzo ed il caffè verde. La caffeina, infatti, provoca il rilascio di cortisolo, l’ormone dello stress che è implicato nell’aumento dei sintomi legati all’ansia (come l’insonnia). Se proprio non riesci a fare a meno del caffè, ti ricordiamo che le dosi consigliate sono al massimo 3 tazzine di caffè espresso al giorno, 2 tazzine di caffè con la moka ed 1 tazzina di caffè americano al giorno. Cerca possibilmente di non oltrepassare questa soglia, soprattutto se durante la giornata consumi bevande gassate come la Coca Cola oppure il tè.

umore e alimentazione: ansia e cibi da evitare

  • Zuccheri raffinati. Secondo uno studio della University College di Londra, lo zucchero può essere un fattore di rischio per l’ansia e la depressione. Per arrivare a questa conclusione i ricercatori hanno seguito per anni le abitudini di ottomila britannici adulti. È risultato che chi consumava 67 grammi di zucchero al giorno (presenti in snack, tè, bevande e dolci) ha maturato in cinque anni un rischio del 23 percento superiore di sviluppare l’ansia ed altri disturbi mentali rispetto a chi ne consumava 39. Quindi lo zucchero, seppur in misura minore rispetto alla caffeina, è da considerarsi un cibo da ridurre drasticamente per le persone ansiose.
  • Additivi e cibi lavorati. Gli additivi alimentari, come l’aspartame, lo sciroppo di mais, il glutammato monosodico ed i coloranti sono presenti in abbondanti quantità nei cibi. Sono poche le persone consapevoli, tuttavia, di quanto siano dannosi per la nostra salute. Gli emulsionanti, molti dei quali prolungano la vita e migliorano la consistenza dei cibi da scaffale, alterano il microbiota intestinale. Essi possono anche favorire uno stato di infiammazione cronica dell’intestino (come il morbo di Chron) e l’accumulo di grasso. Un’indagine della Georgia State University (USA) si è concentrata in particolare su due comuni sostanze utilizzate per far sì che gli ingredienti si amalgamino in modo stabile. Nei topi, la loro somministrazione ha avuto come effetto l’emergere di disturbi d’ansia e il peggioramento delle relazioni con altri roditori.

Come probabilmente saprai, la cattiva alimentazione causa anche ulteriori problematiche molto fastidiose, come lo stomaco gonfio. Leggi qui per saperne di più: “Pancia sgonfia: come sgonfiare la pancia con i rimedi naturali“.

Se invece vuoi sapere quali sono i cibi che combattono l’ansia e la tensione (e riducono l’insorgenza di attacchi di panico) leggi il seguente articolo: “Cibo e umore migliore: ecco cosa mangiare quando si è tristi“.

Rimedi naturali per l’ansia.

Abbiamo visto finora come la salute dell’intestino sia fondamentale per ridurre i sintomi dell’ansia. Come è necessario evitare determinati alimenti, è opportuno integrare nella propria dieta sostanze che permettano un maggiore equilibrio della propria flora intestinale così come un miglioramento delle funzionalità epatiche e digestive.

Noi di Fitosofia produciamo da lungo tempo integratori naturali a base di estratti di piante biologicamente attivi. Alcuni di questi sono specifici per i disturbi dell’umore e per l’ansia.

Eccone alcuni che, uniti alla dieta, possono farti affrontare con più tranquillità le tue giornate:

  • Detox Migliora. Avere un fegato appesantito ed affaticato può avere notevoli effetti negativi sul proprio benessere mentale. Gli attivi presenti nel depurativo epatico Detox Migliora, tra cui gli estratti di carciofo, di crisantello americano e del boldo, promuovono la produzione della bile ed il suo afflusso nel duodeno, favoriscono l’eliminazione delle tossine ed hanno proprietà antinfiammatorie. Questo integratore può migliorare il tuo benessere nel giro di qualche settimana;
  • Diges Migliora. Indicato per migliorare la digestione e per contrastare il gonfiore, questo integratore consente di vivere con meno ansia la propria quotidianità. Tra i suoi estratti troviamo i fiori di camomilla, la radice di Genziana, la Centaurea, il foglio di carciofo e l’assenzio romano;
  • Relax Migliora. Questo integratore naturale al 100% favorisce un’azione rilassante rendendolo, quindi, un valido aiuto contro gli effetti dell’ansia, dello stress e della cefalea. La melissa, la passiflora, la valeriana, la griffonia, il papavero e la primula sono piante che tradizionalmente favoriscono un sonno ristoratore e diminuiscono i pensieri ossessivi. Gli estratti puri presenti in Relax Migliora agiscono in concomitanza per tornare a farti stare meglio.
  • Macerato Glicerico Crataegus. Noto come Biancospino, il Crataegus oxyacantha ha un’azione regolatoria sull’attività cardiaca, grazie in particolare alla presenza di principi attivi come i flavonoidi, gli acidi tripertenici e le anime biogene. Il macerato glicerico è un alto concentrato di queste sostanze ed è, quindi, un ottimo presidio in caso di ansia ed attacchi di panico.

L’ansia rende la tua vita una continua corsa in salita? Prova i prodotti della natura e torna a sorridere come un tempo.

Benefici
Articolo precedente
Eczemi, dermatiti e psoriasi: cosa sono e quali sono le principali differenze.
Articolo seguente
Pancia sgonfia: come sgonfiare la pancia con i rimedi naturali