Shopping cart
0,00€

Colesterolo alto: cosa mangiare per abbassarlo e vivere meglio

colesterolo alto cosa mangiare per abbassarlo

Hai scoperto di avere il colesterolo alto ed il medico ti ha detto di cambiare dieta? In questo articolo scoprirai quali sono gli alimenti da privilegiare per ridurre il livello di colesterolo cattivo nel sangue. Scopri di più.


Il colesterolo alto rappresenta un fattore di rischio per le malattie cardiovascolari da non sottovalutare. Tuttavia, si stima che in Italia il 57% degli uomini ed il 58% delle donne, tra i 35 ed i 74 anni, abbia un valore totale di colesterolemia piuttosto elevato.

Spesso questo problema, che non presenta sintomi evidenti e diretti, viene ritenuto di poco conto, con un prezzo piuttosto grave in termini sia di costi sanitari sia di vite perse.

Il colesterolo alto, infatti, può portare alla completa ostruzione dei vasi sanguigni ed alla formazione di trombi i quali, oltre ad aumentare il rischio di problemi al cuore, possono portare a danni renali ed ictus cerebrale.

Per questo motivo, è fondamentale attenersi ai giusti livelli di colesterolo e seguire delle raccomandazioni dietetiche generali per abbassarlo.

Qui di seguito, oltre a darti una definizione più dettagliata di questo problema ed indicarti i valori ideali, ti spieghiamo cosa bisogna mangiare per ridurre il colesterolo alto, così che tu possa preservare al meglio la tua salute.

Inoltre ti consigliamo alcuni integratori da associare a questa dieta, tra cui quello a base di Vitamina C.

Prosegui nella lettura per conoscere quello che probabilmente non tutti sanno.

Che cos’è l’ipercolesterolemia ed a quali precisi valori attenersi

Partiamo dalla premessa che il colesterolo in sé non è malevolo, ma è un grasso fondamentale per il nostro organismo. Ecco perché:

  • È coinvolto nella digestione;
  • Produce la vitamina D, importante per la salute delle nostre ossa;
  • Permette la costruzione delle pareti cellulari;
  • Sintetizza importanti ormoni, come il testosterone e gli estrogeni.

Tuttavia, il colesterolo, che è presente nelle forme principali LDL (lipoproteine a bassa densità) ed HDL (lipoproteine ad alta densità), diventa “cattivo” quando i lipidi a bassa densità superano un determinato valore.

Questi possono depositarsi in maniera dannosa sulle pareti delle arterie: in tal caso si va incontro a colesterolo alto, o ipercolesterolemia.

I valori ideali del colesterolo a cui dovresti porre attenzione sono i seguenti:

  • Colesterolo LDL: uguale o inferiore a 100 mg/dl per coloro che presentano un elevato rischio cardiovascolare; 70 mg/dl per chi ha già avuto eventi traumatici (come ictus ed infarto); 130 mg/dl per coloro che sono a basso rischio cardiovascolare e fino a 160 mg/dl per chi non presenta alcun problema di pressione arteriosa.
  • Colesterolo HDL: non deve mai essere inferiore ai 50 mg/dl.
  • Colesterolo totale: può arrivare fino a 200 mg/dl.

Cosa mangiare per abbassare il colesterolo alto

Una dieta giusta, come probabilmente ti avrà detto il tuo medico, è un ottimo coadiuvante che va ad incidere in maniera positiva sui livelli di colesterolo nel sangue.

Per abbassare il colesterolo alto dovresti prediligere i seguenti alimenti:

  • Cibi ricchi di fibre solubili. Tra questi troviamo le verdure, i cereali ed i legumi. Sono molti gli esperti del settore, quali dietisti, medici e personal trainer, che insistono sull’importanza della fibra alimentare all’interno di un regime dietetico improntato all’abbassamento dei livelli di colesterolo. Essa infatti rallenta molto l’assorbimento del colesterolo LDL nel sangue;
  • Cibi ad alto contenuto di grassi sani di origine vegetale. A differenza dei grassi saturi di origine animale, quelli vegetali possono abbassare il colesterolo cattivo nel sangue ed alzare quello buono. Tra questi alimenti il più importante è l’olio extravergine di oliva, ma anche l’olio di riso è un ottimo coadiuvante per il controllo dei livelli di colesterolo;

colesterolo alto valori

  • Pesce azzurro. Grazie al grasso presente, questo alimento è molto consigliato per chi soffre di problemi di colesterolo alto. Da prediligere, in particolare, pesci come la trota, lo sgombro ed il salmone, i quali andrebbero consumati almeno 2 o 3 volte alla settimana;
  • Carne magra e pollo/tacchino. La carne deve essere preferibilmente bianca. Ma anche la carne rossa può andar bene, se magra e dietetica. Tra le carni da preferire, oltre il pollo ed il tacchino, ci sono il maiale, il vitello ed il bovino che coniugano bassi valori calorici ad un elevato contenuto di proteine. Tuttavia, nel caso delle carni rosse, è bene fare attenzione al taglio.

Quali integratori coniugare alla dieta perfetta per abbassare il colesterolo alto

Qui di seguito ti consigliamo i migliori integratori naturali, sani e biologicamente attivi prodotti dalla nostra azienda Fitosofia, che da diversi anni aiuta le persone a prendersi cura del proprio corpo.

Essi sono pensati per prevenire l’ipercolesterolemia e per assicurare il benessere cardiovascolare:

  • Riso Rosso Fitoattivato. Questo alimento, utilizzato sin dai tempi antichi in Cina, contiene sostanze naturali e biologicamente attive. Tra queste vanno menzionate il Monascus Porporeus, il Betasitosterolo, la Vinaccia ed il Selenio, che svolgono funzioni molto importanti che inibiscono la sintesi del colesterolo.
  • Kalo one. A base di Garcinia cambogia, baccello di Fagiolo bianco ed Alga bruna, questo integratore, oltre a svolgere una funzione di dimagrante naturale, è in grado di abbassare il colesterolo alto, facendo rientrare nella normalità i valori.
  • Omega-3. Gli studi, che dimostrano quanto gli integratori a base di questi acidi grassi essenziali  siano associati alla riduzione delle malattie cardiovascolari, sono numerosi. Omega-3 in perle contiene estratti da pesci azzurri di piccole dimensioni ed è ideale per la riduzione dei livelli di colesterolo cattivo.
  • Vitamina C. Una dieta che integra la vitamina C è risaputo che riduce la pressione arteriosa ed il colesterolo totale. Grazie all’estrazione ad ultrasuoni, una tecnica innovativa di cui Fitosofia si avvale, i principi attivi di questa vitamina vengono tutti trasferiti. Proprio per questo motivo si chiama Vitamina C Fitoattivata.

Affidati alla qualità di Fitosofia, un marchio riconosciuto ed apprezzato nel panorama italiano.

Fitosofia è un’eccellenza del nostro territorio: scegli il made in Italy!

Benefici
Articolo precedente
Colesterolo: i cibi da evitare assolutamente se i valori sono alti
Articolo seguente
Vitamina C: a cosa serve e perché assumere integratori se carente