Shopping cart
0,00€

Stitichezza e meteorismo: digli addio con i rimedi fitoterapici!

stitichezza e meteorismo rimedi fitoterapici

Come combattere il meteorismo intestinale e la stitichezza con la fitoterapia e i rimedi della natura.


Stitichezza e meteorismo sono disturbi minori, spesso campanelli d’allarme di altre problematiche, che possono comunque rendere difficile la vita quotidiana di chi ne soffre. Tali problemi creano spesso l’ansia di ritrovarsi in mezzo alle persone, poiché si finisce con il non sentirsi mai pienamente padroni del proprio corpo.

In caso di sussistenza di questi disturbi è spesso consigliata una terapia fitoterapica per contrastarli e tenerli a bada, evitando così di scegliere soluzioni dannose per il resto dell’organismo.

Stitichezza: sintomi e rimedi naturali

La stitichezza, o stipsi, è un disturbo che colpisce l’apparato intestinale rendendo difficile la defecazione, rallentando i tempi e i modi dell’evacuazione o, nei casi più estremi, arrivando a rendere nulla la produzione di feci.

Nella maggior parte dei casi, la stitichezza non priva del tutto chi ne soffre delle evacuazioni, ma le rendi instabili, alterate, costringendo chi ha questo disturbo a sentire sempre la sensazione di un intestino non del tutto svuotato, gonfio e dolorante.

La stitichezza non è considerata una vera e propria patologia a sé; spesso soffrirne vuol dire mostrare un campanello d’allarme, o l’effetto negativo, di un altro male, magari più grave e difficile da risolvere. A generare la stitichezza può essere un disturbo gastrointestinale serio. Per questo, se il problema sussiste nel tempo, è assolutamente necessario farsi visitare da un medico.

Ci sono diversi tipi di stitichezza, o stipsi, e questa differenza è generata dalla causa scatenante di questo disturbo, che non è sempre generato dalla stessa patologia. Ecco di seguito le principali tipologie:

  • Stitichezza Primaria se il caso interessato vede un semplice rallentamento della defecazione, con la necessità da parte di chi ne soffre di passare molto tempo in bagno e di doversi sforzare molto per riuscire a completare l’evacuazione. Spesso questo genere di stitichezza è generata da una cattiva alimentazione, non adeguata per quel che riguarda l’assunzione giornaliera di fibre e acqua;
  • Stitichezza Secondaria se il disturbo è causato da fattori esterni a quello gastrointestinale, come l’uso di farmaci per la cura di malattie della mente o per la cura di malattie degenerative, come gli antispastici.

Però non bisogna farsi prendere subito dal panico, anche perché, come il ritmo sonno-veglia, non esiste una frequenza di evacuazione precisa per tutti, bisogna vedere caso per caso. Si associa, per consuetudine e non per regola, una corretta condizione fisiologica alle 3 evacuazioni a settimana, anche se alcune persone potrebbero sentire di averne almeno una giornaliera per sentirsi del tutto bene.

Quindi, riassumendo, i sintomi che possono essere un avviso della presenza di questo disturbo sono i seguenti:

  • Netta riduzione del numero di evacuazioni, fino ad arrivare ad un numero inferiore alle tre a settimana;
  • Gonfiore e dolore addominale;
  • Evacuazioni presenti ma ridotte, “a palline” come la definiscono in molti, anche se si è corsi in bagno con la sensazione di doversi liberare molto di più.

Meteorismo, sintomi e rimedi

Il meteorismo riguarda l’apparato gastrointestinale, provocando al suo interno un aumento notevole della quantità di gas prodotta e finendo col far registrare in chi ne soffre diversi fastidi nella zona addominale, come gonfiore, senso di pesantezza e dolore acuto.

Bastano dei piccoli errori in cui tutti possono incappare per provocarsi l’aumento di produzione di gas, come ad esempio introdurre una eccessiva quantità di aria durante la masticazione del cibo. Oppure, se si ha il vizio del fumo, accendendo una sigaretta tra una portata e l’altra, aumentando così la presenza d’aria nella zona intestinale.

come combattere il meteorismo intestinale e stitichezza

Può essere anche sintomo, però, di disturbi molto più seri, come una patologia che ostacola l’assorbimento dei gas intestinali oppure un’alterazione della circolazione sanguigna dell’intestino. In caso di persistente meteorismo sarebbe dunque il caso di farsi visitare dal proprio medico.

Possiamo accorgerci di soffrire di meteorismo se dopo i pasti sentiamo una forte sensazione di peso prendere possesso di noi, se, tastando la parte alta dell’addome, la troviamo gonfia e dura, se l’eventuale fuoriuscita di gas da orifizi ci dona un immediato senso di benessere.

L’uso di una terapia fitoterapica come rimedio a stitichezza e meteorismo

Quando parliamo di fitoterapia, parliamo di rimedi creati attraverso piante, altrimenti definite “droghe” (dall’accezione originale del termine, per cui una volta esistevano le drogherie, che altro non erano che rivenditori di metodi curativi naturali) composti attraverso una preparazione galenica.

La fitoterapia è molto utile per gestire diversi disturbi del corpo che possono ripetersi nel corso della vita, come la stitichezza e il meteorismo, che non hanno un decorso definitivo.

Allo stesso tempo si evita però di inserire all’interno del nostro organismo sostanze dannose o altre assunzioni di natura “drastica”.

Come rimedio naturale e fitoterapico a questi problemi puoi usare i fermenti lattici, anche detti probiotici, poiché lavorano per mantenere una corretta qualità della flora intestinale.

Oltre ai fermenti lattici, anche le Perle di olio di Lino o il Succo di Aloe Vera sono rimedi perfetti per stipsi e meteorismo, mantenendo in ordine il nostro equilibrio intestinale.

Problematiche
Previous reading
Stitichezza: significato, sintomi e rimedi naturali
Next reading
Orologio biologico sballato? Dagli una mano depurando il tuo organismo!