Bifidobacterium Bifidum: cos’è e dove si trova

Bifidobacterium Bifidum

Il Bifidobacterium Bifidum (B. bifidum), chiamato impropriamente Bifidobacterium bifidus, è un batterio probiotico Gram positivo del gruppo dei bifidobatteri, che colonizza principalmente l’intestino crasso ed il tratto vaginale.

La famiglia dei bifidobatteri è la più abbondante nell’intestino umano e vive normalmente anche nello stomaco, dove sostiene la digestione e contrasta i batteri nocivi.

Bifidobacterium Bifidum ha la capacità di controllare il pH intestinale e di produrre numerose sostanze utili per l’organismo come alcune vitamine del gruppo B (tiamina, riboflavina, piridossina) e vitamina K.

Inoltre favorisce la maturazione delle cellule immunitarie ed è in grado di supportare la crescita di altri elementi del microbiota intestinale, in particolare di altri bifidobatteri.

La temperatura ottimale per la sua crescita è compresa tra 36 e 38 °C, con un pH di 6,5–7,0. Non si verifica crescita al di sotto di un pH di 4,5–5,0 o superiore a 8,0–8,5.

A cosa serve il Bifidobacterium bifidum

Sono disponibili numerosi studi scientifici sul B. bifidum che ne dimostrano l’efficacia nel trattamento di svariate condizioni. In particolare, il B. bifidum ha effetti benefici sull’intestino crasso ed é un ottimo coadiuvante in caso di:

Proprietà dimostrate del B. Bifidum

L’azione del Bifidobacterium bifidum è supportata da numerosi studi scientifici che ne avvalorano le proprietà terapeutiche. Vediamo i principali:

Contrasta i patogeni

Una caratteristica importante dei probiotici è la loro capacità di competere con gli agenti patogeni.

Esperimenti in vitro hanno ha dimostrato che le cellule di B. bifidum sono in grado di inibire fortemente l’adesione di enteropatogeni, compresi Escherichia coli ed Enterobacter sakazakii, che sono frequentemente implicati in gravi malattie gastrointestinali dei neonati.

Inoltre può aiutare a ridurre le infezioni da Candida albicans.

Migliora l’IBS e la colite

In uno studio clinico B. bifidum ha dimostrato di avere effetti benefici nel trattamento dell’IBS (sindrome del colon irritabile).

In particolare ha migliorato significativamente i sintomi quali dolore, distensione, gonfiore addominale e disturbi digestivi, migliorando significativamente anche la qualità della vita.

Inoltre, in altri studi ha mostrato di ridurre l’infiammazione intestinale in caso sintomi di colite.

Riduce l’acne

Molte condizioni infiammatorie della pelle, tra cui acne, rosacea, dermatiti, eczema e psoriasi, sono direttamente collegate a disturbi del microbioma intestinale.

Leggi questo approfondimento se vuoi conoscere nel dettaglio cosa sono eczemi, dermatiti e psoriasi.

Infatti, in uno studio italiano è emerso che B. bifidum può essere di supporto nel trattamento dell’acne. In questo studio i soggetti presentavano una microflora batterica alterata e l’integrazione con probiotici ha permesso un più rapido miglioramento dell’aspetto della pelle.

Gravidanza: sostiene l’intestino della mamma e del neonato

I bifidobatteri, tra cui anche il B. bifidum, sono tra i primi colonizzatori dell’intestino umano.

Infatti, al momento del parto, l’ambiente intestinale del neonato, che prima era sterile, è soggetto ad una massiccia colonizzazione batterica, soprattutto da parte dei bifidobatteri. Questi batteri possono essere predominanti fino al compimento dell’anno di vita, in seguito vengono superati da Bacteroides e da altri ceppi.

La trasmissione verticale tra madre e bambino avviene durante la nascita ed è supportata anche dall’allattamento al seno.

Per questo motivo la mamma che assume B. bifidum durante la gravidanza e l’allattamento favorisce la presenza di un’adeguata comunità bifidobatterica nell’intestino del neonato.

Inoltre l’assunzione di questo probiotico, in associazione ad altri bifidobatteri e lattobacilli, si è dimostrata utile per la prevenzione della dermatite atopica nei nascituri.

I fermenti lattici vivi Fitosofia® sono sicuri in gravidanza ed in allattamento e sostengono le difese immunitarie di mamme e bambini.

Uno studio ha confrontato la composizione del microbiota di bambini nutriti con latte artificiale o con latte materno: è interessante notare che B. breve e B. bifidum erano presenti in maggiore quantità nei bambini allattati al seno.

Dove trovare il Bifidobacterium bifidum

Il B. bifidum non è naturalmente presente negli alimenti. Tuttavia, puoi sostenere la tua salute assumendolo con un integratore di fermenti lattici con Bifidobacterium bifidum.

I nostri laboratori hanno realizzato una formula in compresse, contenente B. bifidum, fibre prebiotiche ed altri 4 ceppi di batteri probiotici.

Ogni compressa contiene almeno 10 miliardi di fermenti lattici, ideali per aumentare la quantità di batteri eubiotici e contrastare lo sviluppo di organismi patogeni nell’intestino.

Puoi acquistare i fermenti lattici presso la nostra erboristeria di Milano oppure sul nostro shop online.