Zenzero come digestivo naturale procinetico

Zenzero digestivo naturale

L’utilizzo dello zenzero come digestivo è dovuto all’effetto procinetico degli attivi naturali contenuti nella sua radice.

É dimostrato che la radice di zenzero accelera la motilità di stomaco, favorisce l’avanzamento del cibo, migliora la digestione e riduce i tempi di transito gastrico.

Assumere lo zenzero favorisce la secrezione di enzimi digestivi come la tripsina e la lipasi pancreatica, utili per digerire proteine e grassi, e gli enzimi sucrasi e maltasi, necessari per assimilare gli zuccheri.

É da sottolineare che, nonostante le sue proprietà peptiche, lo zenzero favorisce il senso di sazietà invece che aumentare la fame. Se ti interessa, in questa pagina puoi approfondire tutti i benefici dello zenzero

Zenzero e digestione: effetti sulla dispepsia e la digestione lenta

Lo zenzero ha proprietà eupeptiche, ovvero contrasta i disturbi dispeptici e la cattiva digestione, con azione tonica e corroborante per lo stomaco.

Gli estratti dello zenzero riducono i sintomi causati da dispepsia funzionale come: acidità, nausea, vomito, aerofagia, costipazione, meteorismo, gonfiore addominale e indigestione.

Se soffri di digestione lenta possono aiutarti alcuni rimedi immediati per la cattiva digestione. Dovresti anche seguire un’alimentazione corretta: ecco cosa mangiare in caso di difficoltà digestive.

Nel 2011 è stato condotto uno studio in doppio cieco per analizzare gli effetti dello Zenzero sulla motilità gastrica in pazienti con dispepsia funzionale.

Dopo un digiuno di 8 ore, i soggetti hanno ingerito 1,2 grammi di Zenzero o placebo, seguiti dopo 1 ora da una zuppa da 500ml a basso contenuto di nutrienti.

L’area antrale dello stomaco, l’area e il diametro del fondo, la frequenza delle contrazioni antrali ed il tempo di semivuoto gastrico sono stati misurati mediante ultrasuoni. Le sensazioni gastrointestinali e l’appetito sono state valutate utilizzando questionari analogici visivi. É stato prelevato il sangue per misurare le concentrazioni plasmatiche di peptide-1 (GLP-1), motilina e grelina.

Lo svuotamento gastrico è stato più veloce nel gruppo dello zenzero (12,3 minuti) rispetto al gruppo del placebo (16,1 minuti). Le contrazioni antrali tendono ad aumentare, mentre le dimensioni del fondo dello stomaco ed i sintomi gastrointestinali avvertiti sono rimasti pressoché invariati, come anche le concentrazioni sieriche di GLP-1, motilina e grelina.

Lo studio ha dimostrato che lo zenzero accelera lo svuotamento dello stomaco nei pazienti con dispepsia funzionale.

Un altro studio condotto su 24 soggetti sani seguendo le stesse procedure e quantità, ha dimostrato che oltre ad accelerare la digestione, lo zenzero stimola le contrazioni antrali anche in persone sane.

Ci sono voluti 13,1 minuti per le persone che hanno ricevuto lo zenzero e 26,7 minuti per le persone che hanno ricevuto il placebo.

Per favorire lo svuotamento gastrico bevi acqua o tisane tiepide o calde, mastica lentamente mantenendo una postura corretta. Puoi utilizzare anche digestivi naturali come la tintura madre di Finocchio o il nostro Digestivo naturale.

Zenzero e mal di stomaco: benefici su gastrite e reflusso

L’estratto del rizoma di zenzero (Zingiber officinale) è un procinetico gastrico naturale benefico per la mucosa gastrica: riduce acidità e mal di stomaco.

I principi attivi dello zenzero contrastano disturbi gastrici come infiammazioni e irritazioni di stomaco, ulcere, dolori allo stomaco, spasmi gastrointestinali e nausea digestiva.

Zenzero per pirosi gastrica e mal di stomaco

Uno studio del 2011 ha dimostrato che l’estratto acquoso di zenzero diminuisce la secrezione acida agendo sulla pompa protonica. Inoltre l’azione antiossidante dello zenzero protegge lo stomaco dai danni gastrici indotti dallo stress ossidativo, ed è in grado di proteggere la mucosa dello stomaco dalle lesioni indotte dallo stress, ostacolando la crescita dell’Helicobacter pylori.

Un altro studio del 2015 ha valutato l’attività gastroprotettiva dell’olio essenziale di zenzero su ulcere indotte da etanolo. L’olio di zenzero ha ridotto l’ulcera gastrica dell’85,1%. L’esame istopatologico sulla parete dello stomaco ha mostrato che lesioni come necrosi, erosione ed emorragia erano significativamente ridotte dopo la somministrazione orale dell’olio essenziale.

Zenzero per digerire meglio: integratori procinetici naturali a base di zenzero in erboristeria

Per digerire meglio puoi utilizzare i prodotti allo zenzero disponibili nella nostra erboristeria di Milano o sull’erboristeria online:

  • Integratore di zenzero: diluisci 15-20 gocce in acqua e bevile dopo i pasti. In alternativa puoi versare le gocce direttamente sotto la lingua e deglutirle lentamente. Il nostro integratore alimentare di zenzero rappresenta la soluzione più veloce e funzionale, è senza zucchero, concentrato e molto piacevole al gusto.
  • Tintura madre di zenzero: diluisci 40 gocce in acqua dopo i pasti principali e bevi a piccoli sorsi.
  • Tisana di zenzero e limone: taglia 1/2 pollice di radice di zenzero fresco (circa 1 grammo), pelala e falla bollire in 250ml di acqua con qualche fetta di limone. Dopo 10 minuti, filtra il limone e lo zenzero, versa la tisana calda nella tazza e bevila a piccoli sorsi. Se vuoi arricchirla aggiungi un bastoncino di cannella e una fetta di limone fresco, oppure aggiungi mezzo cucchiaino di polvere di zenzero per aumentare il sapore.

Piatti a base di Zenzero con azione digestiva

  • Mastica la radice fresca biologica: se ami lo zenzero, taglia un pezzo di radice di zenzero, raschia via la buccia e masticala lentamente. Prepara mezzo bicchiere di acqua calda e deglutisci lentamente i succhi dello zenzero intervallandoli con piccoli sorsi d’acqua.
  • Zuppa di zenzero: scalda 2 tazze d’acqua in una padella, aggiungi 4 cucchiaini di zenzero in polvere insieme alle verdure che preferisci. Fai bollire per circa 25-30 minuti con il coperchio. Se vuoi arricchire il sapore della zuppa aggiungi del sale, delle spezie e cucchiaio di olio di oliva, quindi mangiala calda.
  • Succo di zenzero e ananas: taglia 1/4 o mezza ananas (non fredda), frullala e aggiungi 2 cucchiaini di zenzero biologico in polvere, quindi bevi il frullato a piccoli sorsi.
  • Nelle insalate: se ti piacciono le insalate, aggiungi lo zenzero come condimento. Per prepararlo mescola 1/2 cucchiaino di zenzero in polvere, 1 cucchiaio di salsa di soia e 4 cucchiai di olio di oliva. Se non hai la polvere di zenzero puoi usare la radice grattugiata.
  • Come condimento sugli alimenti: grattugia lo zenzero fresco direttamente su pesci e carni magre o stufati.

Controindicazioni dello Zenzero come digestivo

  • Se hai problemi di stomaco lo zenzero può esserti di grande aiuto. Tuttavia, consigliamo di non deglutire la radice cruda né cotta, a meno che non si tratti di piccole quantità grattugiate; la radice intera potrebbe risultare pesante da digerire.
  • Se sei ipoteso o se soffri di ipoglicemia, lo zenzero non rappresenta la scelta più indicata perché potrebbe abbassare ulteriormente i valori pressori e quelli glicemici. In questo caso ti consigliamo di utilizzare il nostro digestivo naturale, che invece non interagisce con la pressione né con la glicemia.
  • Se hai sintomi gravi o un mal di stomaco persistente e ricorrente, chiedi un consiglio al tuo medico prima di utilizzare lo zenzero.
Apri la chat
1
Servizio clienti - WhatsApp
Buongiorno,
possiamo aiutarti?