Bere la Camomilla in gravidanza è sicuro?

Bere camomilla in gravidanza

Camomilla: in dolce attesa si può assumere o no? Bere una tisana di camomilla in gravidanza favorisce il riposo notturno, la digestione, sfiamma il corpo e rafforza le difese immunitarie.

Bere camomilla in gravidanza offre preziosi benefici alle future mamme. I benefici del fiore di camomilla sono noti sin dall’antichità per le proprietà rilassanti e antispastiche.

La tisana fatta con i fiori di camomilla Matricaria è un rimedio ideale per alleviare i dolori muscolari, migliorare l’insonnia e sostenere le difese immunitarie. La camomilla contiene inoltre agenti antinfiammatori che aiutano a ridurre potenziali infiammazioni del tratto digestivo.

La camomilla può essere utile durante la gravidanza, anche se per precauzione consigliamo di assumerla in quantità moderate:

  • insonnia: una piccola tazza di camomilla prima di andare a letto ha un effetto rilassante e calmante sui nervi;
  • migliorare la resistenza e aiutare il sistema immunitario;
  • alleviare il dolore muscolare e i crampi;
  • presenza di afte, piaghe e ulcere della bocca;
  • digestione lenta e alleviare la nausea mattutina;
  • alleviare il meteorismo, gonfiore e stitichezza.

La camomilla per l’acidità di stomaco in gravidanza

Durante la gravidanza la placenta produce degli ormoni tra cui il progesterone che è responsabile del rilassamento della muscolatura liscia. Se da un lato è un bene perché riduce le contrazioni uterine, dall’altro questo ormone può provocare anche il rilassamento delle pareti dell’esofago e una conseguente risalita dei succhi gastrici dallo stomaco all’esofago.

L’aumento delle dimensioni dell’utero inoltre rende imprecisa la chiusura dello stomaco che viene deformato dalla progressiva crescita uterina. Ecco perché è frequente avere acidità di stomaco durante la gravidanza.

camomilla per acidità di stomaco gravidanza

Per combattere l’acidità durante la gravidanza puoi evitare alcuni alimenti, ed aiutarti con tisane naturali:

  • fai pasti leggeri e più frequenti;
  • evita i cibi speziati:
  • evita i cibi e le bevande acide come agrumi e succhi di frutta;
  • bevi tisane a base di camomilla o fiori di malva.

Per contrastare in modo naturale il reflusso gastroesofageo in gravidanza ti consigliamo di associare: Aloe veraFicus carica.

Impacco per schiarire i capelli in gravidanza

L’infuso con fiori di camomilla è un metodo antico per schiarire i capelli durante la gravidanza. Durante il periodo di attesa è sconsigliato l’utilizzo di tinte per capelli perché contengono sostanze chimiche potenzialmente dannose per il feto.

In questo caso è possibile ricorrere all’efficace rimedio della nonna: fai un impacco per capelli alla settimana con i seguenti ingredienti:

  • tre cucchiai di camomilla in fiori essiccati o freschi;
  • un limone;
  • aceto di mele.

Dopo aver fatto bollire un litro d’acqua, aggiungi gli ingredienti e lascia in infusione per circa dieci minuti.

Applica l’infuso sia prima che dopo lo shampoo frizionando la cute per alcuni minuti.

Effetti collaterali dovuti ad un eccesso di camomilla

Se assunta nella giusta quantità, la camomilla può apportare numerosi benefici durante la gravidanza. Di contro, eccedere nel suo utilizzo può causare vari effetti collaterali. Se sei in stato interessante riduci i rischi acquistando fiori biologici di Camomilla e bevi al massimo 2-3 bicchieri di infuso di camomilla al giorno.

Tra i potenziali effetti collaterali ci sono:

  • la comparsa di allergie cutanee per soggetti allergici a determinati fiori e pollini;
  • la manifestazione improvvisa di contrazioni uterine;
  • se lasci troppo a lungo la Camomilla in infusione, il suo effetto può diventare eccitante anziché calmante. Questo può provocare diarrea e insonnia.

In generale, in gravidanza assicurati di non eccedere con il consumo di principi attivi. Puoi chiedere una consulenza personalizzata ai nostri esperti che sapranno consigliarti al meglio sull’utilizzo di rimedi naturali per affrontare con serenità e benessere la tua gravidanza.

La camomilla in l’allattamento

Specialmente durante l’allattamento dovresti bere almeno 2 litri di acqua al giorno. Se non bevi abbastanza, puoi compensare ricorrendo ad infusi di camomilla senza eccedere nella quantità di fiori e nel tempo di infusione.

Camomilla in allattamento

Se bevi infusi di camomilla puoi rendere più facili i mesi di allattamento, rilassando e “riscaldando” prima di tutto te stessa. La tisana di Camomilla porterà con sé alcuni dei seguenti benefici:

Oltre alla Camomilla puoi sfruttare l’azione benefica di altre piante. Associala ai semi di finocchio per le coliche dei neonati, o alla galega per favorire la lattazione. Ne esistono tante altre… In questo articolo speriamo di averti dato informazioni utili sulla Camomilla, ma siamo sempre disponibili per un consulto.

A presto e buona maternità 🙂

Apri la chat
1
Servizio clienti - WhatsApp
Buongiorno,
possiamo aiutarti?