Shopping cart
0,00€

Gonfiore addominale: le cause ginecologiche di questo disturbo

gonfiore addominale cause ginecologiche

Quali sono le cause ginecologiche del gonfiore addominale e cosa fare per placarlo.


Fra i disturbi più comuni che colpiscono la maggior parte della popolazione vi è sicuramente il gonfiore addominale.

A lamentare maggiormente questo tipo di problema sono soprattutto le donne: pancia e stomaco dilatati, cinture che stringono più del normale sono fastidi molto conosciuti dal sesso femminile.

Se anche tu stai soffrendo di questo disturbo e stai cercando di porvi rimedio senza riuscirci, ti trovi sulla pagina giusta.

Qui, infatti, ti verrà spiegata la probabile origine del problema e troverai i consigli giusti per migliorare e, probabilmente, risolvere la tua condizione di sofferenza e insofferenza.

Sai che al gonfiore addominale abbiamo dedicato ben 4 prodotti? Ecco quali:

Continua a leggere e scoprirai diversi dettagli anche riguardo questi integratori!

Quali sono le cause principali del gonfiore addominale?

Le cause del gonfiore addominale possono essere le più svariate, ma le principali puoi trovarle qui sotto:

  • Alimentazione non corretta
  • Abuso di alcolici
  • Accumulo d’aria nell’intestino per via di disturbi come, ad esempio, la colite
  • Ansia e stress
  • Cause ginecologiche (nelle donne)

Fra le cause dei gonfiori addominali sopra elencate, quelle ginecologiche sono spesso fra le principali che si possono individuare nel genere femminile.

Ma quali sono nello specifico?

Gonfiori addominali: cause ginecologiche

Per quanto riguarda il genere femminile, la pancia gonfia si può manifestare in svariati momenti della vita e per diverse cause.

Molto spesso queste cause sono ginecologiche, ovvero legate agli ormoni femminili (principalmente gli estrogeni e il progesterone).

Ecco qui sotto elencati i vari momenti in cui si possono manifestare i gonfiori addominali associati agli squilibri ormonali.

Fase pre mestruale e gonfiore addominale

I medici non conoscono ancora del tutto i meccanismi di origine della sindrome premestruale, ma la maggioranza di loro concorda nel ritenere lo squilibrio tra estrogeni e progesterone la principale causa di questo disturbo.

Il gonfiore addominale durante questa tipica fase femminile può essere attenuato seguendo un’alimentazione povera di sale, mangiando molta frutta e verdura e facendo una moderata attività fisica.

L’assunzione di integratori naturali, a base di estratti di piante, può aiutare a migliorare notevolmente questo problema.

Gonfiore addominale e mestruazioni

Durante le mestruazioni sono validi i consigli riportati per la fase premestruale.

Anche in questo caso, quindi, un’alimentazione corretta, un’attività fisica costante e l’utilizzo di integratori naturali potrebbero aiutare ad alleviare in maniera evidente il problema.

Periodo di assunzione della pillola anticoncezionale e gonfiore

L’assunzione della pillola anticoncezionale, ormai diffusissima in tutto il mondo, può far insorgere alcuni effetti collaterali come il gonfiore addominale, la ritenzione idrica e l’aumento del peso corporeo.

I rimedi consigliati sono, anche in questo caso: la riduzione del consumo di sale, praticare attività fisica e utilizzare degli integratori specifici che contribuiranno ad aumentare lo stato di benessere della donna.

Gonfiore addominale in gravidanza

Anche durante questa delicata fase della vita sono gli ormoni la causa della pancia tesa e gonfia. Fra questi è in particolare il progesterone, ma anche gli estrogeni, a causare la dilatazione dello stomaco.

Per alleviare questo disturbo la donna dovrebbe evitare il consumo di cibi troppo elaborati e ricchi di sale e aspettare almeno due ore dopo dopo i pasti prima di andare a dormire, così da facilitare la digestione.

Per quanto riguarda l’attività fisica, quella maggiormente consigliata è la camminata oppure la ginnastica dolce.

gonfiore addominale cause ormonali e gravidanza

Entrambe queste attività saranno certamente in grado di attenuare, oltre che il gonfiore addominale, anche la ritenzione idrica.

Durante la gravidanza non si dovrebbe, inoltre, far uso di abiti troppo stretti perché possono creare problemi di digestione e causare dolori.

Per quanto riguarda l’utilizzo di integratori a base di erbe questo è consigliato solamente sotto controllo medico.

Gonfiore addominale e fase post parto

Durante la fase post parto la donna può soffrire di un accentuato gonfiore addominale dovuto al rallentamento del transito intestinale. Questo si protrae fino a quando gli organi che si sono spostati durante la gravidanza per lasciare spazio al bambino non sono tornati nella loro posizione fisiologica.

Il rallentamento del transito porta il cibo a rimanere per più tempo all’interno dell’intestino. Ed è proprio all’interno di quest’organo che si trovano i batteri, la cui funzione principale è quella dell’assorbimento delle sostanze nutritive.

Durante questa fase di disgregazione e assorbimento del cibo si producono gas che possono, però, provocare fastidi e coliche (spesso non troppo dolorose).

La situazione è temporanea e spesso si risolve nell’arco di breve tempo. È comunque importante a liberarsi del gas intestinale ogni volta che sarà possibile, per evitare la distensione della parete dell’intestino e il dolore delle coliche.

Un grande aiuto in questo senso può venire dagli integratori naturali che, anche in questo caso, dovranno essere prescritti dal medico che segue la neo mamma.

Sindrome dell’ovaio policistico e gonfiori addominali

La sindrome dell’ovaio policistico è un disturbo del sistema endocrino molto diffuso tra le donne in età fertile.

Si tratta di ingrossamento delle ovaie con la conseguente produzione di piccole cisti e rappresenta la causa più comune di infertilità femminile in relazione all’assenza di ovulazione.

Le donne che hanno questo tipo di problema soffrono più spesso di gonfiori e ritenzione idrica, riscontrando di frequente un aumento dell’adipe addominale.

Si tratta di un disturbo che deve essere seguito da un medico specialista, ossia un endocrinologo e/o un ginecologo.

C’è da dire, però, che con una corretta alimentazione, una giusta attività fisica e l’utilizzo di integratori completamente naturali, il problema del gonfiore addominale dovuto all’ovaio policistico può essere tenuto sotto controllo.

Premenopausa, menopausa e gonfiore addominale

Nel corso di questa fase della vita della donna la comparsa del gonfiore addominale è originato prettamente dalle fluttuazioni ormonali.

Il calo di estrogeni, in particolare, determina una differente distribuzione dell’adipe sulla parte inferiore del corpo ossia su glutei, fianchi e addome.

Fra i vari rimedi o soluzioni che possono alleviare il problema del gonfiore addominale di origine ginecologica vi sono, come avrai potuto leggere, gli integratori fitoterapici.

Gonfiore addominale: i rimedi naturali

Fra gli integratori di questo tipo ti consigliamo di provare quelli di Fitosofia. Questi integratori sono il frutto di oltre dieci anni di esperienza nella ricerca fitoterapica del Dott. Roberto Cammarata e del suo team.

Sin dal principio l’Azienda garantisce solamente prodotti puri e di altissima qualità, privi di aromi di sintesi, coloranti, alcol, eccipienti e OGM.

Fra i prodotti di Fitosofia efficaci per i gonfiori addominali di origine ginecologica ti consigliamo quelli sotto elencati:

  • Kalosì Migliora: è un prodotto indicato nei casi di:
  • Detox migliora: è un prodotto utilissimo per depurare l’organismo e funziona anche contro la ritenzione idrica e il gonfiore addominale. I principi attivi di cui è composto sono ricavati dalle seguenti piante:
  • Rubus idaeus (macerato glicerico di lampone): è il prodotto ideale in caso di disendocrinia femminile sia in fase puberale che nella donna in pre-menopausa e menopausa. Utile in caso di amenorrea, oligomenorrea, dismenorrea, fibroma uterino, ciste ovarica e senescenza ovarica.
  • Perle di olio di borragine: l’olio di borragine spremuto a freddo mantiene intatte tutte le sue proprietà ed è caratterizzato da un alto contenuto di acido gamma-linoleico, un acido grasso polinsaturo appartenente alle serie degli Omega 6. Questo prodotto è indicato soprattutto in caso di dolori mestruali, menopausa precoce, intolleranze alimentari, rughe, invecchiamento precoce.

Se anche tu vuoi attenuare o risolvere i tuoi problemi di gonfiore addominale nel più breve tempo possibile, ottenendo degli ottimi risultati anche a livello di benessere dell’organismo in generale, prova i nostri prodotti.

Siamo sicuri che non te ne pentirai!

Problematiche
Articolo precedente
Gonfiore addominale dopo i pasti: perché succede e come evitarlo
Articolo seguente
Cellulite: perché spesso la dieta non basta per eliminarla